Distruggono un presepio e rubano il bambinello, follia di un gruppo di ragazzi

Non è la prima volta che accadono atti vandalici nella parrocchia delle Grazie

Devastano un presepio, si portano via il bambinello dove era attaccata anche la fotografia di un ragazzo venuto a mancare tempo addietro e, come se non bastasse, se la prendono con gli arredi esterni riservati ai bambini in un’area al chiuso adiacente la Parrocchia delle Grazie. Ci sono tanti modi per trascorrere le serate, piuttosto discutibile quello scelto da un gruppo di adolescenti  o poco più che di solito si ritrovano nella zona di via delle Grazie nel piazzale antistante la chiesa.

E proprio in questo piazzale che si affaccia il giardino di Giovanna Angelucci dove da anni viene realizzato un presepio le cui statuine, così come il resto degli arredi vengono fatti a mano. Un vero e proprio capolavoro, un presepio artistico che purtroppo è finito nel mirino dei vandali come racconta la stessa Giovanna Angelucci: “Non riesco a capire che tipo di emozione possa dare il distruggere un presepio come quello che realizzo ogni anno nel mio giardino. Una prima volta hanno rotto delle pecorelle poi non soddisfatti sono tornati dopo qualche sera, hanno rubato il bambinello e portato via la fotografia di mio fratello venuto a mancare anni addietro.  Danni a parte quello che più ci ha fatto soffrire è il fatto di aver perso proprio questa fotografia che di fatto si trovava sotto il bambinello. Chi ha strappato la mangiatoia per portare via il bambinello non forse non si è accorto di quello che stava sotto, ovvero la foto di mio fratello”.

Un gesto vandalico a tutti gli effetti per un presepio visto da tanta gente che di solito si trova a transitare nel piazzale e diretta alla vicina chiesa delle Grazie. Vandali a parte, Giovanna Angelucci di certo non si tira indietro e pensa già a come allestire il presepio per il prossimo anno: “Se pensano di intimorirmi con questi gesti hanno sbagliato persona, il presepio continuerò a farlo negli anni a venire anche a costo di metterci delle sbarre per evitare atti vandalici”. Ma i problemi dalle parti della chiesa delle Grazie di certo non finiscono qui basti pensare che ignoti hanno trovato il modo di mettere sotto sopra una zona dove erano tenuti dei giochi riservati ai bambini adiacente proprio la stessa chiesa delle Grazie. Il sospetto è quello che ad agire siano state le stesse persone che hanno devastato il presepio allestito come tutti gli anni da Giovanna Angelucci.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana