Distrazione fatale per Dubaz: Pompei beffato dal vento, Vechiarello ringiovanisce il gioco

PAGELLE FANO-ATLETICO ASCOLI – I voti dopo l’1-1 nel derby, Alma sempre più giù, altro grande mattone per i bianconeri

Alma Juventus Fano

Guerrieri 7,5 salva la propria porta a più riprese compiendo due veri prodigi su Minicucci a fine primo tempo e l’altro su Ciabuschi a cinque del novantesimo consentendo di conservare quel pari che porta un punticino per tenere accesa la speranza

Pensalfini 6 grinta ne ha da vendere anche se in alcuni casi si lascia un po’ trasportare, copre e si propone, scivola in più situazioni delicate, in quella più pericolosa Mancini ci mette una toppa

Riggioni 6 punta molto sull’anticipo prendendosi qualche rischio, ma con la disposizione a tre riesce a contenere in modo più efficace gli avversari che passano dalle sue parti

Urbinati 6,5 legge bene le situazioni che si sviluppano centralmente offrendo il solito schermo affidabile davanti alla difesa

Mancini 7 salva due volte in un minuto al quarto d’ora, nella seconda in collaborazione con Guerrieri, la propria porta dall’ennesimo gol nel primo quarto di gara, segna la rete del vantaggio e sia nella prima frazione che nella ripresa si fa apprezzare per tante chiusure puntuali

Dubaz 5,5 il ritorno alla difesa a tre giova non poco alla squadra e lui è puntuale nel sostenre gli altri due compagni, ma ha una distrazione fatale quando lascia troppo spazio a Minicucci che sigla il pareggio

Roberti 5,5 rimane molto prudente a presidiare la corsia di sinistra, ma incontra qualche difficoltà nel leggere gli interscambi da quel lato, quando prova a spingere rara,ente trova lo spazio per il cross (73’ Serges sv)

Zanni 6,5 il solito prezioso lavoro di cucitura tra i reparti condito da alcuni buoni spunti in avanti, si spende come sempre tanto e cala un po’, forse esce per un equivoco su un possibile problema fisico, se fosse la sua sostituzione sarebbe troppo frettolosa (63’ Ricci 5,5 poco dopo il suo ingresso l’Atletico Ascoli pareggia e l’impostazione del Fano deve cambiare e non riesce a trovare la giusta posizione in campo)

Padovani 6 si sobbarca tutto il lavoro sporco in avanti, ma è poco supportato nelle poche occasioni in cui si muove in modo da puntare la porta il pallone non arriva a destinazione (71’ Gonzalez sv)

Pierfederici 6,5 svaria molto su tutto il fronte offensivo restando però un po’ troppo lontano da Padovani, ma accentrandosi riesce a trovare spazio per andare in due circostanze alla conclusione pericolosa, è fortunato e furbo nel calciare la punizione del vantaggio (59’ Coulibaly 5,5 non riesce a dare maggior supporto a Padovani, poi è lui a restare solo e a doversi dedicare principalmente a ripiegare)

Allegrucci 6 impiegato oggi da interno di centrocampo a destra mostra una buona intesa nello scambiarsi con Pensalfini il compito di controllare il traffico da quel lato, nel finale passa a sinistra continuando a restare vigile

All. – Manoni 5,5 il punto raccolto serve davvero a poco, ma il suo Fano non ha fatto molto per ottenere di più, nei singoli la prova non è negativa e il ritorno alla difesa a tre ha dato maggior compattezza a tutta la squadra. Il gruppo mostra sempre grande unità nello spirito, ma per venir fuori da una situazione così difficile oltre all’animo battagliero servono anche qualità e idee

****

Atletico Ascoli

Pompei 5 dopo una mezz’ora di relativa tranquillità si fa ingannare dal vento valutando male la traiettoria della parabola che lo scavalca e spalanca la porta al vantaggio del Fano, l’errore gli toglie serenità e in un paio di circostanze procura qualche brivido soprattutto con una uscita nel finale su un altro calcio piazzato

Camilloni 6,5 si scambia con disinvioltura a destra con Mazzarani a cui copre bene le spalle nei suoi frequenti sganciamenti senza rinunciare anche lui a spingere, chiude da centrale difensivo dopo l’uscita del compagno

Valentino 6 si propone molto in chiave offensiva a sinistra ed è lesto nel provare ad approfittare dello scivolone di Pansalfini, ma in fase di copertura il Fano è dal suo lato che trova maggiore spazio (60’ Gurini 6 si adatta bene ai momenti della partita)

D’Alessandro 7 dirige da dietro l’impostazione del gioco della squadra con grande intelligenza tattica e precisione, sempre puntuale nei raddoppi e autorevole nel guidare i compagni del reparto arretrato

Feltrin 6,5 contiene bene Padovani a cui non dà mai l’opportunità di trovare spazi dal suo lato, porta anche il lui il suo contributo in appoggio alla manovra (77’ Pinto sv)

Mazzarani 7 attento da centrale difensivo, si dimostra più volte propenso all’incursione in avanti, con i meccanismi della squadra che glielo consentono, Mancini e Guerrieri gli negano il gol sul suo tap-in al quarto d’ora (66’ Severini 6 entrato subito prima del pari attende di capire come svolta la gara prima di trovare il modo di provare a graffiare contro la sua ex squadra)

Traini 6,5 elettrico in avanti cerca più volte di portare scompiglio nella retroguardia granata che soffre la sua vivacità, è sua la sponda di testa che libera Minicucci per il gol

Olivieri 6,5 sempre presente in entrambe le fasi permette alla squadra di avere costantemente il giusto equilibrio, prova senza troppa convinzione anche un paio di conclusioni

Cesario 6 sfortunato quando la sua deviazione al quarto d’ora termina sul palo, impegna la difesa a tenere alta l’attenzione, poco prima di uscire gli capita un buon pallone, ma calcia alto (60’ Ciabuschi 6,5 non consente ai difensori granata di rilassarsi e a cinque minuti dal termine va vicino al colpo grosso con una conclusione che costringe Guerrieri a superarsi ancora)

Minicucci 7 dopo essersi visto ribattere dal portiere granata il tiro a colpo sicuro nel finale del primo tempo, non si lascia sfuggire la seconda occasione e realizza l’1-1 con disegnando pallonetto imprendibile (74’ Pedrini sv)

Vechiarello 7 ispira costantemente la manovra dei bianconeri che mantengono per buona parte dell’incontro il possesso del pallone gestendo sempre con intelligenza le geometrie della squadra, prova anche a salvare la porta sul gol, ma arriva con un istante di ritardo

All . – Seccardini 7 fresca, con idee coraggiose e innovative la sua squadra esce dal Mancini con un punto utile a mettere un altro mattoncino per la salvezza, in una partita che per come si era messa ha rischiato di perdere e che invece ai punti avrebbe meritato di vincere

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS