Disabile aggredito a scuola, provvedimenti per il compagno di classe: parla il dirigente

Il dirigente scolastico dell'"A.Einstein-A.Nebbia" di Loreto, Francesco Lucantoni

Martedì (5 ottobre) convocato un consiglio di disciplina

Provvedimenti in arrivo per un ragazzo che durante la lezione di educazione fisica ha sferrato un calcio ad un compagno di classe disabile. L’episodio è avvenuto ieri (1 ottobre) nell’Istituto alberghiero “A.Einstein-A.Nebbia” di Loreto.

Si tratta del secondo episodio che vede protagonisti i due minorenni. Il primo risale al 20 settembre: la mamma del ragazzo aggredito era stata ascoltata dalla professoressa Sabrina Casoni, vicepreside dell’Istituto. La scuola si era subito mossa per provare ad identificare il giovane e prendere provvedimenti ma, soltanto il giorno dopo, la situazione sembrava si fosse risolta da sola, come spiega il dirigente scolastico Francesco Lucantoni: “La mamma non era riuscita a indicarci quale fosse ragazzo ma il giorno seguente ci ha riferito che i due avevano chiarito tra loro”. Almeno fino a ieri.

“Quando tutti erano già usciti dall’Istituto, la mamma è tornata per raccontare di un nuovo episodio, quello avvenuto durante l’ora di educazione fisica. – continua Lucantoni – Vista la delicatezza della situazione, nonostante fosse sprovvista di green pass, per parlare con lei e capire la realtà dei fatti, ci siamo ritrovati in cortile”. La donna si era presentata all’uscita di scuola ed era riuscita ad identificare il “baby bullo”: “Si tratta di un insospettabile; non ha mai avuto atteggiamenti che potevano farci pensare a simili episodi. Tuttavia, da lunedì (4 ottobre) prenderemo provvedimenti, faremo i dovuti controlli perchè una situazione del genere non può passare inosservata. – conclude il dirigente Lucantoni – Siamo una scuola molto attenta al problema della disabilità: parleremo con le famiglie di entrambi i ragazzi e cercheremo una soluzione“.

Inoltre, il dirigente scolastico ha convocato per martedì un consiglio di disciplina per valutare il “baby bullo”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia