Dionisi punge, Caligara bella scoperta: pesa l’errore di Brosco

SERIE B – Nel pareggio contro il Frosinone si esalta Bidaoui, Bajic molto prezioso

LEALI 6: Spettatore per gran parte del match, sulla zucca frusinate nulla può.

PUCINO 6: Da seguito alle ultime prestazioni molto positive. Oggi attento soprattutto nell’uscita alta sugli esterni avversari.

BROSCO 5,5: Pesa la marcatura persa sul gol avversario, figlia si di qualche blocco ma nulla di così irresistibile. Può starci uno svarione.

QUARANTA 6: Puntuale, preciso e sanguinante. Partita dai mille colpi per il centrale che comunque se la cava sempre con dignità.

KRAGL 5,5: Miglioramenti più nella parte finale del match, quando rimane stabilmente alto. Sbaglia un passaggio da brividi nel primo tempo quando in generale la squadra di Nesta sfonda dalla sua parte. Manca ancora qualcosa al tedesco per essere davvero importante.

SARIC 6: Partita più dura delle altre, forse perché uno come lui ha bisogno di riposare ogni tanto per quanto spende in campo.

68′ ERAMO 5,5: Non è entrato al meglio, anche se ha contribuito a qualche spauracchio davanti con tremori sulla trequarti avversaria.

BUCHEL 5,5: Schermitore ma la palla li in mezzo passa troppo facilmente. Ha certo qualità di recupero anche se il centrocampo altrettanto folto del Frosinone lo mette in difficoltà.

62′ DANZI 6: Come contro il Brescia, entra nel momento dell’arrembaggio finale e sicuramente porta il centrocampo ad un livello diverso.

CALIGARA 6.5: Sfrontatezza del giovane con qualità, è arrivato al tiro in diverse occasioni centrando però solo avversari. La condizione fisica va migliorata ma la partita è stata ottima.

62′ BIDAOUI 6,5: Entra conquistando il rigore del pareggio, ma soprattutto punta una miriade di volte l’avversario mettendo in totale difficoltà la difesa avversaria.

SABIRI 6: Altalenante nel corso del match. Ci prova soprattutto con due punizioni che non vanno a buon fine. Ad inizio gara un colpo di testa che grida vendetta.

68′ PARIGINI 5,5: Non ci mette così tanta qualità nel momento della partita in cui ogni giocata sarebbe oro.

DIONISI 7: Uno scorpione per natura deve pungere. Il centesimo gol in Serie B contro la sua squadra, al novantatreesimo, con il sangue gelido dal dischetto.

BAJIC 6,5: Bardi e l’arbitro gli tolgono la prodezza in rovesciata. Lavoro oscuro ma efficace al centro tra lo sviluppo e l’arrivo al tiro anche se soprattutto dei compagni. Più prezioso di quanto non si noti.

76′ SIMERI 5: Diciamo che va pure a cercare il pallone ma trova il faccione di Bardi, ma è ovvio che da oggi in poi i meme su di lui aumenteranno.

All. SOTTIL 6,5: Al netto del momento strano con l’uomo in più che ha reso l’Ascoli inaspettatamente più fragile in campo, le partite dopo gli exploit come quello di Lecce sono sempre le più difficili, soprattutto se arrivano leoni feriti come il Frosinone di Nesta. Non paga soltanto l’idea di non schierare Danzi che comunque fisicamente forse non teneva due partite consecutive così. La squadra c’è ed è sua al cento per cento.

error: Contenuto protetto !!