Dionisi glaciale, l’Ascoli vola

Dionisi segna il rigore decisivo (foto Lega B)

SERIE B – Il capitano trasforma il rigore decisivo per la vittoria del Picchio (1 a 0) in casa del Como. Bianconeri primi a punteggio pieno

Tre su tre per l’Ascoli: a memoria d’uomo nessuno ricorda un inizio-stagione del genere per i bianconeri. E’ vero: le due vittorie in trasferta sono giunte sul campo di altrettante “matricole” e quella in casa contro una “ripescata” ma il successo al Sinigaglia di Como è di quelli pesanti perché ottenuto contro una squadra che darà filo da torcere davvero a tutti. Vittoria sofferta per i ragazzi di Sottil che hanno avuto il merito di colpire al momento giusto dopo aver superato qualche momentaccio, soprattutto nel primo tempo. I padroni di casa, a tratti, hanno spinto di brutto dimostrando gamba e buonissima condizione. Il pressing sulla tre quarti ed a metà campo ha creato grossi problemi all’Ascoli che ha barcollato ma non ha mollato grazie in particolare al suo portiere.

Il primo tempo infatti è stato sostanzialmente un monologo dei lariani e soltanto le prodezze di Nicola Leali tengono la gara in equilibrio. L’inizio, in verità, è un po’ timido poi il Como prende in mano le redini della partita. Dopo un tentativo di La Gumina sull’esterno della rete la prima vera occasione arriva al 18′: Fabbrini viene nettamente anticipato da Bellemo, assist in profondità di Iovine per Cerri e primo “paratone” del portiere dell’Ascoli. Vignali, poco dopo la mezz’ora, spara alle stelle su assist di Cerri da posizione invidiabile ma è tutto inutile per un fuori gioco. L’estroso ex Chajia si fa vedere al 33′: il marocchino trova lo spazio per un destro che costringe Leali ad un problematico intervento. E’ il momento migliore degli azzurri: La Gumina riceve da Iovine, difesa bianconera ancora disorientata ma l’ex empolese si vede neutralizzare la sua conclusione con i piedi da un superbo Leali. L’Ascoli si fa vivo, finalmente, con Bidaoui che in dribbling evita Varnier ma Gori è attento. Proprio alla scadere gran palla di Cerri per l’inserimento di Iovine che, da posizione defilata tenta un diagonale, Leali c’è e Baschirotto completa l’opera anticipando l’appostatissimo Chajia.

Ripresa: il Como insiste anche se con meno foga rispetto alla prima frazione. Bianconeri ancora più propensi a difendere che ad attaccare con Bidauoi sempre molto attivo con una conclusione respinta da Vignali e sul rimpallo Fabbrini, in precaria coordinazione, manda a lato. Dopo alcuni tentativi locali al 28′ la gara si sblocca. Splendido assist di Dionisi in area per Maistro, Vignali intuisce la giocata ma lo stende. Rigore ineccepibile, è il capitano bianconero a trasformare nonostante Gori riesca ad intuire la traiettoria. Gattuso gioca il tutto per tutto cercando di dare nuova linfa ai suoi ma in contropiede è ancora Bidauoi a sfiorare il 2-0 negato solo da un bell’intervento di Gori. All’89’ traversone di Vignali, stacca bene il neo entrato Gliozzi e mira sbagliata solo per questione di centimetri. Subito dopo è ancora Gliozzi, servito fortuitamente da Eramo a fallire il bersaglio da pochi passi ma era comunque in offside. I 6 minuti di recupero trascorrono molto lentamente ma l’Ascoli controlla la situazione e si gode il primato in classifica. I patemi degli scorsi campionati sembrano davvero lontani anni luce.

Il tabellino

COMO – ASCOLI 0-1

COMO (4-4-2): Gori; Vignali, Varnier (68’Bertoncini), Scaglia, Ioannou; Iovine, Bellemo, H’Maidat (76’Arrigoni), Chajia (84’Gatto); Cerri (76’Gabrielloni), La Gumina (68’Gliozzi). A disposizione: Facchin, Solini, Cagnano, Kabashi, Parigini, Bovolon, Luvumbo. Allenatore: Gia. Gattuso

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin, Avlonitis, D’Orazio; Collocolo (62’Maistro), Buchel (70’Eramo), Saric; Fabbrini (62’Caligara); Bidaoui, Dionisi (84’De Paoli). A disposizione: Guarna, Tavcar, Salvi, Quaranta, Felicioli, Spendlhofer, Castorani, Donis. Allenatore: Sottil

Arbitro: Giua di Olbia

Rete: 73′ Dionisi (rig)

Note: Spettatori paganti 2.297 di cui 193 da Ascoli. Ammoniti Buchel, Cerri, Varnier, H’Maidat, Bertoncini, Saric. Angoli 5-6. Recupero 0’+6′.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia