Dieci incendi in pochissimo tempo, ultimo tentativo in ospedale: arrestato piromane

L’elettricista 33enne di Pioraco è ai domiciliari nel reparto di psichiatria a Macerata

Avrebbe appiccato una decina di incendi nell’arco di appena sette giorni, rischiando anche esplosioni che avrebbero avuto conseguenze ben più gravi. Un ultimo tentativo lo ha provato anche nel tentare di distruggere il quadro elettrico del pronto soccorso dell’ospedale di Camerino. Tutti episodi che si ricollegano solo ed esclusivamente a una persona. Si tratta di un elettricista di 33 anni straniero, ma residente a Pioraco.

L’uomo, ricercato con insistenza dai carabinieri, è stato arrestato per poi finire ai domiciliari e attualmente è ricoverato nel reparto di psichiatria all’ospedale di Macerata. L’uomo avrebbe commesso una serie di incendi importanti, alcuni dei quali senza l’intervento dei vigili del fuoco, avrebbero potuto provocare vere e proprie stragi   

Ma quali sono gli episodi? Tutti si sono verificati in tre comuni, Camerino, Castelraimondo e Gagliole. Il primo incendio risale al 28 maggio, in un cantiere edile dà fuoco a un tir e un furgone. Nella notte successiva colpisce un’officina meccanica mettendo ko il gruppo elettrogeno. Ventiquattr’ore dopo fa ritorno nei precedenti luoghi provocando ulteriori danni.

Il primo giugno a Camerino il 33enne entra nel pub Enjoy, consuma una bibita, va in bagno e lì dà fuoco all’asciugamano, chiude a chiave la porta e porta via con sé la chiave. Il locale si trova nel sottoscala di un palazzo, adiacente vi è una cucina con le bombole a gas. Uscito dal locale si dirige dinanzi a un negozio per animali e dà fuoco a dei bancali che si trovato davanti all’attività commerciale. Quella stessa notte i carabinieri lo riescono ad intercettare nella propria abitazione, ma resta a piede libero. Il 3 giugno dà fuoco al bagno di un autolavaggio, viene nuovamente fermato, chiede aiuto ai carabinieri che lo portano all’ospedale di Camerino e qui tenta di dar fuoco al quadro elettrico dell’ospedale. Fine della corsa. L’uomo viene arrestato ma resta ricoverato al reparto psichiatrico di Macerata.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia