Detrazione 110%, l’incontro pubblico a Caldarola

Tanti cittadini hanno partecipato alla conferenza sul Decreto Rilancio

L’Amministrazione Comunale di Caldarola ha organizzato una partecipata conferenza pubblica dedicata alla conversione in legge “Decreto Rilancio” recentemente approvata dal Governo nazionale e dedicata alle ristrutturazioni e alle migliorie energetiche e sismiche degli edifici, con la possibilità di detrarre il 110% dei costi.
Un argomento che ha destato l’interesse di moltissimi cittadini. Presenti il Vice sindaco Giorgio Di Tomassi e i consiglieri comunali Simone Ansovini e Giovanni Ciarlantini.

Ad illustrare il Decreto, con un linguaggio chiaro e semplificato, coadiuvato da slide ed esempi tra i più comuni e probabili, sono stati i Commercialisti Stefano Serrani e Marco Pinciaroli insieme all’Architetto Corrado Battaglia. Per semplificare il più possibile hanno suddiviso i possibili interventi in “trainanti e trainati”, quelli cioè che devono necessariamente essere eseguiti per ottenere la detrazione e quelli invece che sono “accessori”.
Gli interventi trainanti riguardano: l’isolamento termico; la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali con impianti a condensazione, pompa di calore o altro sistema a basso impatto ambientale; Sisma Bonus.
Quelli “trainati” sono tutti quelli di efficientamento energetico (sostituzione infissi, installazione pannelli, impianti solari fotovoltaici, batterie d’accumulo e colonnine per la ricarica di mezzi elettrici). Tutti dovranno assicurare il miglioramento di almeno due classi energetiche o il raggiungimento della classe più alta.

Per tali interventi l’efficacia va asseverata dal professionista incaricato della progettazione che deve anche attestare la congruità delle spese sostenute. Per questo motivo il consiglio, più volte sottolineato dai professionisti, è di mettere in contatto i diversi soggette coinvolti (commercialista, architetto, geometra o ingegnere) per comprendere quali sono gli interventi fattibili e la convenienza economica della detrazione.
Grande è stato l’interesse dei cittadini che sono intervenuti con numerose domande riguardanti anche gli interventi attualmente in atto con la ricostruzione post-sisma, è stato sottolineato che il “superbonus 110%” si aggiunge, e non sostituisce, le precedenti edizioni degli sconti ecobonus/sismabonus del 65%/75%/85% che restano in vigore a condizioni invariate.

In merito alla detrazione in contribuente può optare per un contributo sotto forma di sconto in fattura, credito d’imposta e cessione, per questo motivo è fondamentale il coinvolgimento di un professionista contabile.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia