Derby alla Luciana Mosconi, Rossella Civitanova ko

Un'azione del match

BASKET B – Preziosa vittoria esterna (63 a 71) per i dorici

Una Rossella Civitanova dura a morire, ridotta ai minimi termini da una piaga chiamata infortuni, paga un brutto terzo quarto e lascia strada non senza rimpianti alla Luciana Mosconi Ancona che si prende il derby 63-71. Rimpianti perché ancora una volta i civitanovesi, già privi del lungodegente Andreani, perdono pezzi strada facendo, con Felicioni e Casagrande bloccati da dei problemi muscolari nella seconda metà di gara, quella che decide il risultato finale.

Eppure gli aquilotti avevano disputato un primo tempo autoritario, mettendo sotto un Campetto svogliato in difesa e dalle mani gelate dalla lunga distanza. Con l’ex di turno Casagrande e Lusvarghi a imperversare nel pitturato, Civitanova prende il comando delle operazioni toccando più volte il +7 ma senza mai riuscire a dare una vera spallata al match. Dagli spogliatoi, però, rientra una Luciana Mosconi con tutto un altro volto: aggressiva in difesa e lucida in attacco, con Centanni a martellare da fuori e Paesano a colpire da sotto, i biancoverdi prima tornano sotto poi scappano via con un break di 0-9 che vale un confortevole 44-56 con 10’ da giocare. Una tripla di Rossi aggiorna il massimo vantaggio a +13 in avvio di quarto periodo (46-59 al 31’) e la Rossella, con Felicioni e Casagrande costretti in panchina da guai fisici, sembra alle corde.

Ma la difesa a zona ferma l’emorragia dietro e le triple di Rocchi e Milani riaprono inaspettatamente la gara (57-61 a 3’ dalla fine). Il 5-0 firmato Centanni-Paesano sembra però una condanna definitiva per la Virtus, che trova però nuova linfa nelle bombe di Rocchi e Amoroso all’imbocco dell’ultimo giro di lancette (63-66). Ancona pasticcia in attacco, con Oboe che commette fallo a rimbalzo su Milani. Rimessa in zona d’attacco per la Rossella a 35” dalla sirena con Rocchi che dall’angolo si prende la tripla del potenziale pareggio: la stoppata di Centanni è però il colpo di grazia sui sogni civitanovesi. Dopo un 2/4 in lunetta di Leggio e Paesano, la Rossella avrebbe ancora in canna il colpo per riportarsi a un solo possesso di distacco con una decina di secondi da giocare, ma con l’errore di Lusvarghi muoiono le residue speranze biancoblu. La difesa virtussina si ferma e Rossi ne approfitta lo stesso per la tripla che fissa il punteggio finale sul 63-71, che fa imbufalire mezza panchina locale: si va in doccia tra le polemiche, ma soprattutto con l’amarezza per un ko che fa male soprattutto al morale.

Il tabellino

 ROSSELLA CIVITANOVA – LUCIANA MOSCONI ANCONA 63-71

CIVITANOVA: Primitivo ne, Ciarapica ne, Cognigni, Andreani ne, Felicioni 8, Vallasciani 3, Amoroso 5, Lusvarghi 12, Casagrande 10, Rocchi 11, Milani 14. All.: Mazzalupi.

ANCONA: Aguzzoli ne, Centanni 18, Potì 10, Oboe 2, Caverni, Gospodinov 2, Mancini ne, Paesano 17, Rossi 15, Rattalino 4, Leggio 3, Carboni ne. All.: Rajola.

ARBITRI: Giustarini, Di Salvo.

PARZIALI: 17-11, 20-22, 7-23, 19-15.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia