D’Eramo 442 giorni dopo: “Qualcuno ha anche smesso, Ancona con più stimoli della Torres”

foto Us Ancona

SERIE C – Il jolly di Colavitto di nuovo in campo a Perugia dopo il gravissimo infortunio al ginocchio del dicembre 2022: “Non ho mai mollato, dobbiamo salvarci”

Anche un sorriso per l’Ancona, è quello di Michael D’Eramo tornato dopo un gravissimo infortunio che l’ha bloccato per più di un anno. A Perugia si è rivisto in campo il jolly di Colavitto che si era infortunato a Siena a dicembre 2022, è tornato finalmente in campo in campionato. “Sono passati 442 giorni da quell’infortunio. E’ stata un’emozione unica, avevo anche un po’ d’ansia. Quasi non ci credevo, quando il mister mi ha chiamato per entrare. Una soddisfazione per tutto il lavoro fatto. Mi hanno sempre detto che non era un infortunio semplice, qualcuno ha anche smesso, ma io non ho mollato. E’ stata dura sia mentalmente che fisicamente, però sono contento di essere tornato. Volevo farlo con questi colori. Non mi sono mai sentito demoralizzato, però i primi mesi sono stati duri. Poi da quando sono partito in ritiro, man mano che passavano i giorni mi sono sempre più reintegrato con il gruppo e il tempo è passato velocemente. Sono due o tre settimane che mi sento pronto per scendere in campo, però è normale che non abbia la condizione per fare novanta minuti. A Perugia stavo bene. Ma penso di essere ancora circa al 65%. La condizione verrà giocando, ci vuole tempo. E’ stato bello, non mi sono mai sentito abbandonato. La famiglia, la società, i compagni di squadra, la piazza, i tifosi, mi sono sempre stati vicino, questo mi ha dato una grossa carica e ringrazio tutti, sono stati la mia forza per tornare”.

Ora il prossimo scoglio si chiama Torres, che arriva domenica al Del Conero. “Noi pensiamo prima di tutto a salvarci, e a livello individuale recuperare la migliore condizione possibile. La Torres è seconda e tranquilla, noi dobbiamo mantenere la categoria, loro non possono avere più stimoli di noi. Dovremo scendere in campo determinati, aggressivi, cercare di sbagliare il meno possibile. Perché sappiamo che sono un’ottima squadra, dovremo cercare di andare più forte di loro. Una partita che abbiamo approcciato bene, poi andati sotto, abbiamo avuto un calo e abbiamo preso il secondo gol. Dovremo entrare in campo ancora più determinati, aggressivi, con la fame di portare i punti a casa. Non ci sono altre strade”.

(Ufficio stampa Ancona)

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS