Demirovic e l’aria della sua Verona, Neglia terzino e la magia di Cremona

Neglia che rincorre un avversario

PAGELLE FERMANA – Cornacchini bravo e fortunato nei cambi, decisivi nell’1-1 con la Virtusvecomp

 

di Lorenzo Attorresi

Ginestra 6: abbranca bene i cross bassi che tagliano l’area piccola. 90′ di ordinaria amministrazione, con in mezzo un gol incassato senza poterci fare nulla.

De Pascalis 6: secondo le logiche del “squadra che vince non si cambia”, ci si aspettava di vedere Manetta e non “De Pa”, al rientro dopo l’infortunio muscolare con il Matelica. Il centrale più affidabile con Antonioli riparte da terzino alla prima con Cornacchini. Si fa “spostare” una sola volta.
Cremona (36’st) 6.5: ma è Luca o Raul Cremona? No, perchè entra e in un secondo realizza la magia. Palla spaziale per Palmieri a tu per tu con Sibi. Angolo, pari di Demirovic. Ingresso decisivo e in pochi se l’aspettavano. “Cremo” se lo meritava, dopo quell’infortunio terribile alla rotula che sta per compiere due anni.

Rossoni 5.5: Manetta, De Pascalis, Manzi, Esposito, Diop, senza dimenticare l’appena arrivato Bonetto. Sei centrali, ma accanto a Scrosta ci gioca un terzino destro come Rossoni. Questione di centimetri? Probabile. Fa la sua parte, con qualche impaccio fisiologico. Su di lui c’era fallo, ma non s’avvede di Pittarello che gli piomba alle spalle e va al doppio della velocità. Nasce così il vantaggio della Virtus Verona. (leggi la cronaca del match finito 1-1). Ammonito per (giustissime) proteste.

Scrosta 6.5: concentrato ed essenziale dall’inizio alla fine, anche quando la sua squadra non ha più equilibri alla ricerca del pari.

Mordini 6.5: prestazione volitiva e convincente, spinge e crossa. Anche se non sempre la pennella bene.

Iotti 5.5: poco brillante quando deve puntare, non è preciso in fase di rifinitura per le punte. Sostituzione inusuale per lui, ma per una volta ci può stare.
Demirovic (12’st) 7: evidentemente sente l’aria di Verona, dove lo scorso anno aveva giocato in Primavera del Chievo. Il Duemila entra da finto esterno sinistro, poi si trova a dover reggere la mediana con Urbinati quando la Fermana è messa con il 3-2-5. Il coraggio di provarci al volo rischiando la brutta figura lo ripaga, perchè prende la porta e Sibi si addormenta. Bel gol, fanno due in campionato.

Urbinati 6.5: re delle seconde palle, è il solito pilastro che non crolla mai. La sua importanza? Fondamentale, e di solito si capisce quando non c’è. Tipo sabato prossimo. Con il Legnago sarà squalificato. Chi e come lo sostituirà?

Grossi 6: “Lore” apre e verticalizza, anche se a volte ci pensa troppo e Cazzola lo rimonta. Sempre più a suo agio e può ancora migliorare tanto.
Palmieri (26’st) 6: Cremona lo innesca, Ciruzzo forse non la stoppa un granché bene e Sibi esce chiudendolo. Avrebbe potuto (dovuto) siglare il pari, meno male che dal corner ci ha pensato Demirovic. Però sul napoletano ci si può contare.

Neglia 6: un po’ stringe il cuore vedere il calciatore più pagato della rosa, il più talentuoso, il più decisivo, dover rincorrere gli avversari in fascia. Da esterno di centrocampo si sacrifica in maniera impagabile, spende pure un’ammonizione ai limiti della sua area. Quanto durerà? Lontano dalla porta non può inventare. Ma Samuelino dà tutto ugualmente. Anche quando negli ultimi 10′ fa in pratica il terzino destro.

Cognigni 6: il “Cogno” in formato maxi visto con la Vis Pesaro avrebbe magari ripulito un paio di palloni in più. Ma il lavoro sporco è sempre enorme.

Boateng 5.5: nelle ultime settimane King ha saltato degli allenamenti per problemi fisici, per questo non può essere brillante. Spara subito tutte le sue cartucce.
Raffini (1’st) 6: sul mercato sì o no? Forse, e comunque Raffo entra senza pensarci troppo. Impatto positivo al contrario di altre occasioni. Anche se, come Cognigni, non riesce a tirare in porta.

Cornacchini (all) 6.5: Rossoni centrale, Neglia esterno… Poi le sostituzioni: in campo tutte le punte. Non subisce molto e non crea chissà cosa (giusto un tiro da fuori di Iotti al 7′), ma alla fine la pareggia con un presupposto messo in piedi dai subentrati Cremona-Palmieri-Demirovic. Che dire? 9 punti in 5 partite parlano per lui.

error: Contenuto protetto !!