Dejavu Testa per la Civitanovese: l’imprenditore Polverino si fa attendere

ECCELLENZA – Torna ufficialmente il portiere che già in passato sostituì Taborda. L’ex Ancona nuovo presidente?

di Aldo Caporaletti

La Civitanovese si muove a piccoli passi, in attesa dell’arrivo dell’imprenditore campano Polverino (ex Ancona e Teramo) che determinerà un nuovo assetto societario. Intanto nella tarda serata di ieri è stato ufficializzato il nuovo portiere: ecco Andrea Testa, classe ’90, ex Porto d’Ascoli, che già in passato in Promozione sostituì il partente Taborda. “Sono molto contento di essere tornato”, le sue prime parole. Un dejavu.

Tornando a Polverino, tra gli sportivi circola voce – derivata dal titolo di una testata giornalistica – che il ritardo sia dovuto alla possibilità che il 76enne possa assumere il ruolo di presidente. Mentre patron Profili aveva assicurato, dopo la vittoria del campionato, che il ruolo apicale sarebbe spettato a un civitanovese.

Nel frattempo è stato ufficializzato, in Municipio, il nuovo main sponsor: B-Chem industria chimica (che sostituisce le farmacie Angelini, del presidente onorario rossoblu), alla presenza del vice-sindaco e assessore allo Sport, Morresi. L’aministratore unico Bernardi, attento imprenditore ha compiuto un “primo passo” (senza entrare in società), molto probabilmente, per verificare i nuovi assetti del sodalizio e soprattutto i progetti sportivi che quest’ultimo metterà in campo.

Nell’area tecnica, è stato affidato l’incarico di allenatore della Juniores al 68enne Cottone, che ha una vasta esperienza nei settori giovanili (era all’Ancona quando Nocera vi militava quale giocatore), con qualche puntata in prima squadra (Jesina, Passatempese). Ultimo incarico quello di vice di mister Nocera alla Maceratese, nella stagione 2019/2020. L’investitura fa da “apripista” all’arrivo di Polverino, con cui ha incontrato, nel match con il Casette Verdini, patron Profili. Caduta di stile della Civitanovese che nel comunicato stampa sul nuovo allenatore ha dimenticato di ringraziare il tecnico uscente della Juniores, Marcantoni, sotto la cui gestione la formazione giovanile ha disputato ottimi campionati, valorizzando giocatori che hanno raggiunto la prima squadra: Giordani, Marconi (2004); Cosignani, Mangiacapre (2006), andati in prova al Monza prima, alla Salernitana poi e convocati a più riprese nelle rappresentative di categoria.

Prendendo spunto da Testa, si può tornare a parlare di mercato. Alle conferme già annunciate si sono aggiunte quelle dei centrocampisti argentini Strupsceki e Becker. Il primo da under è stato elemento determinante, per sapienza e duttilità tattica, della vittoria del campionato. Il secondo, invece, passato da un infortunio all’altro, ha giocato nemmeno metà delle partite (quasi tutte incomplete). E’ rischioso puntare sul trequartista in un torneo impegnativo come l’Eccellenza. Dell’ultima ora, la conferma del terzino under Foresi. Sono otto i giocatori rossoblu confermati, mentre tra i titolari della passata stagione restano da valutare l’attaccante e capitano, Paolucci, impegnato in una “trattativa al rialzo” (con una società in cerca di sostegni per l’Eccellenza) e il difensore Trombetta, che non sempre ha risposto alle molte mansioni affidategli dal tecnico Nocera.

Ad un esame generale, la Civitanovese dispone al momento di sette centrocampisti (inclusi i nuovi arrivi Tizi e Bagnolo), due difensori e una sola punta (Wali). Tra le partenze, oltre a quelle ufficializzate dei difensori Greco (al Tolentino) e Ruggeri Sr (alla Sangiustese), sono probabili quelle delle punte Mandolesi (alla Sangiustese) e Guido Galli (alla Sangiorgese-Monterubbianese). Doloroso l’addio del portiere Taborda (anch’egli in direzione Sangiustese), che mister Nocera aveva fatto tornare dal Canosa (Eccellenza, Puglia). Prendendo in prestito il detto di Enrico IV, potremmo commentare la rinuncia: “Polverino val bene un Taborda”.

Sul versante trattative è sempre calda la pista che porta ad un altro ex, l’attaccante Stefano Spagna (Porto d’Ascoli), a breve la sua decisione. Si spera positiva: le migliori punte si sono già accasate. Mentre si continua a trattare centrocampisti: Ercoli (Sangiustese), quando ce ne sono fin troppi. Un difensore, l’ex rossoblu Sensi (Porto d’Ascoli) è salito con la punta Napolano alla Maceratese, che sta costruendo uno squadrone.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS