Dal fallo su Traini al braccio di D’Alessandro: aumentano gli episodi dubbi in Atletico Ascoli-Roma City – VIDEO

Foto Atletico Ascoli

SERIE D – Un pomeriggio da dimenticare per la terna arbitrale: l’analisi degli episodi

Day after e ancora è tutto un fiume in piena. L’Atletico Ascoli cade in casa contro il Roma City e, soprattutto nel finale, gli animi si scaldano. Ma andiamo con ordine e ripercorriamo gli episodi anche grazie agli highlights. Innanzitutto dopo pochi minuti arriva un tiro dal limite di Sparacello, colui che poi deciderà il match nella ripresa, con capitan D’Alessandro che colpisce con il braccio. Per il direttore di gara si tratta di un calcio di punizione dal limite. Già da qui sorgono dei dubbi. Non che per l’arbitro Casali di Cesena – e tutta la terna – poi sia andata meglio.

Una manciata di minuti più tardi arriva il primo tentativo verso la porta avversaria dell’Atletico Ascoli. L’azione è sviluppata da Minicucci che si apre sulla fascia sinistra, guarda al centro e crossa sul secondo palo non trovando nessuno. In mezzo, però, il classe 2004 Traini inizia ufficialmente il suo duro pomeriggio venendo tirato visibilmente per la maglia. Un possibile calcio di rigore non visto da arbitro e assistenti.

E infine, l’episodio cardine. A novantesimo inoltrato Olivieri lancia dalla propria metà campo, Ciabuschi si presenta alla lotta ma la palla schizza verso l’area di rigore. Si fionda Traini da una parte e il portiere del Roma City Rimbu dall’altra. I due classe 2004 collidono e avranno entrambi la peggio. Restano a terra per diversi minuti, soccorsi con il sangue dalla testa. Saranno sette, successivamente, i punti di sutura riportati da Traini, passato al pronto soccorso del “Mazzoni” di Ascoli dopo il il triplice fischio. Le proteste, ovviamente, sono veementi. Tutti gridano al calcio di rigore, Casali dice che è punizione dal limite. Le immagini anche qui lasciano parecchi dubbi.

In questo caso è stato l’assistente Amelii di Teramo a supportare la decisione del direttore di gara, indicando il calcio di punizione. Nelle proteste varie vengono espulsi il tecnico dell’Atletico Ascoli Simone Seccardini e l’attaccante del Roma City Claudio Sparacello, proprio colui che ha deciso l’incontro con un gol nella ripresa. Tutte queste situazioni possiamo rivederle nella sintesi del match.

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS