Dal coma al gol vittoria: che gioia Tortelli!

Paolo Tortelli

SERIE D – Il jolly del Tolentino è rinato, domani (mercoledì) sfida esterna a Notaresco

Un anno fa circa era previsto il suo rientro, poi la pandemia e la seguente interruzione della stagione. Rivederlo in campo nell’amichevole contro la Primavera della Lazio è stato un bellissimo sospiro di sollievo, affinché si percepisse che quel brutto scontro con la testa che lo costrinse per alcuni giorni al coma farmacologico fosse solo un lontano ricordo. Così è stato e Paolo Tortelli ora la testa la usa per segnare un gol importante che è valso al Tolentino il successo sul Rieti che proietta la squadra verso zone tranquille della classifica. “Dopo quel brutto infortunio speravo di tornare a vivere certe emozioni e soprattutto ritrovare una condizione tale da poter mantenermi a certi livelli. E’ normale le incognite erano tante, soprattutto da un punto di vista mentale, ma grazie alle persone che mi sono state intorno, anche a mister e società che mi hanno aspettato visto l’incertezza delle mie condizioni, ho ritrovato la forza di tornare. Gol decisivo? Non mi capita spesso di farne. Quest’anno avevo già segnato contro la Vastese ma abbiamo perso, questa volta invece vale tre punti ed è una gioia immensa. Sono felicissimo più per la squadra. Venivamo da un momento buio dove se le partite finivano all’85’ avremmo avuto tutt’altra classifica. Sul morale incidevano, poi queste quattro vittorie consecutive ci hanno ridato un grande slancio. Il poker al Campobasso sicuramente ci ha dato una grossa mano”.

C’è poco tempo per rifiatare in casa cremisi, la trasferta di Notaresco (in campo mercoledì alle 14,30) è tanto insidiosa quanto la sfida interna col Campobasso. Gli abruzzesi, secondi della classe, nell’ultimo turno di campionato hanno battuto 2-0 l’Agnonese con un gol (il primo) viziato da un clamoroso fallo di mano non ravvisato dall’arbitro. La qualità dei rossoblu però non si discute e lo sa bene anche Tortelli. “Le forze in campo del Notaresco sono simili a quelle del Campobasso, ma allo stesso tempo è aumentata anche la consapevolezza nei nostri mezzi. Certo, c’è un pizzico di stanchezza in più, ma vale anche per loro, quindi li affronteremo senza paura e sperare nel quinto successo consecutivo”. Sarà dura al “Savini”, il Notaresco non perde dal 17 gennaio contro il Cynthialbalonga mentre in casa, addirittura dal primo marzo del 2020 (0-1 contro la Vastese). Toccherà ai cremisi sfatare questo tabù che si presenteranno con un Salvatelli in più in rosa, giovane attaccante classe 2001 prelevato dal Valdichienti, invece la presenza di Padovani sarà tutta da valutare.

error: Contenuto protetto !!