Dà in escandescenza dentro casa: arrivano 118 e carabinieri

Paura a Castelferretti per la preoccupazione che nell’abitazione potessero esserci delle armi

Lo hanno sentito urlare poi ad un certo punto in tanti hanno temuto che dentro quella casa ci fossero delle armi. Mattinata piuttosto movimentata nel centro di Castelferretti dove un gruppo di residenti non ha esitato a chiamare i carabinieri ma anche la centrale operativa del 118 per segnalare che una persona affetta da problemi psichiatrici da qualche minuto stava urlando e che avrebbe fatto una sorta di resa dei conti.

Un vero e proprio allarme che ha visto arrivare sul posto le pattuglie dei Carabinieri oltre ad un mezzo della Croce Gialla di Ancona inviato sul posto dalla centrale operativa del 118. Con tutte le cautele del caso i primi ad entrare all’interno dell’appartamento sono stati i Carabinieri. Alla vista dei militari questa persona si è calmata e poco alla volta ha iniziato a dialogare con gli uomini in divisa. Quella che sembrava una situazione difficile da gestire in pochi minuti si è risolta in un nulla di fatto con gli stessi Carabinieri che hanno potuto accertare che dentro l’abitazione non c’erano armi da fuoco. Tornata la calma l’ambulanza della Croce Gialla di Ancona è stata fatta rientrare dalla centrale operativa del 118 per il fatto che questa persona non ha avuto bisogno di assistenza sanitaria. Una cosa è certa l’arrivo nel centro di Castelferretti delle pattuglie dei Carabinieri e dell’ambulanza della Croce Gialla di Ancona ha creato un certo allarmismo. In tanti infatti si chiedevano che cosa potesse essere mai accaduto all’interno di questo appartamento che si trova in pieno centro. Con il trascorrere dei minuti la situazione è tornata sotto controllo cosa che ha permesso ai residenti della zona di tirare un grosso sospiro di sollievo.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia