Cus Ancona, in un solo colpo secondo posto e Final Eight di Coppa Italia

Doppia festa per i biancoverdi per un sabato da incorniciare

CALCIO A CINQUE, SERIE B – In campionato i ragazzi di Battistini battono Cagli 6 a 2. In settimana vittoria a tavolino col Real Montesilvano e traguardo storico per i cussini

di Claudio Comirato

Sedicesima giornata nel campionato nazionale di serie B di calcio a 5 all’insegna del Cus Ancona che in casa supera per 6 a 2 il Cagli. Con questa vittoria la formazione guidata da Francesco Battistini sale al secondo posto in classifica a quota 39 insieme al Gubbio sconfitto per 7 a 6 sul campo del Poggibonsi. Ora a guidare il campionato con due lunghezze di vantaggio c’è il Prato, che senza troppi patemi in casa ha liquidato per 9 a 1 il Grottaccia Cingoli.

Fine settimana che ha visto anche il Cus Ancona accedere ufficialmente alla Final Eight di Coppa Italia. Risultato che ovviamente non è arrivato dal campo ma dal giudice sportivo e per raccontare quanto accaduto occorre tornare alla giornata di martedì, quando al Palacus era in programma la sfida tra il Cus Ancona e il Real Montesilvano con la formazione ospite che non si è presentata. Il giudice sportivo ha dato la vittoria a tavolino al Cus Ancona, ma solo nella giornata di sabato sono scaduti i termini affinché il Montesilvano potesse fare ricorso, invece ha preferito non ricorrere a questo secondo grado di giudizio.

A fare il punto della situazione in casa Cus Ancona è il responsabile della sezione calcio a 5 Fabio Carletti: “Col Cagli abbiamo disputato un primo tempo da incorniciare per quantità e qualità del gioco espresso. Eravamo padroni del campo, poi sul risultato di 4 a 0 ci siamo rilassati e questo ha dato modo al Cagli di segnare due reti. Nel momento in cui abbiamo iniziato di nuovo a spingere, la squadra ha messo al sicuro il risultato”. Nel giorno in cui il Cus Ancona ha battuto il Cagli, è arrivata anche la sconfitta del Gubbio. Ora in testa c’è il Prato e sabato la trasferta in Umbria. Quanto sarà importante per lei questo scontro diretto? “Il fatto che il Gubbio abbia perso a Poggibonsi la dice lunga su quanto sia equilibrato questo campionato. Con tre squadre in due punti è impossibile fare calcoli, né tabelle di marcia. Forse è davvero il caso di vivere alla giornata cercando di dare sempre il massimo, poi i conti si faranno alla fine. Anche il calendario potrebbe dire la sua. Noi sabato andremo a Gubbio, poi la formazione umbra dovrà giocare a Prato con i toscani che avranno un calendario piuttosto agevole. Per quello che riguarda il prossimo impegno di campionato è chiaro  che si tratta di un crocevia piuttosto importante, abbiamo qualche giocatore che non è al meglio e speriamo di presentarci nella migliore condizione possibile. Fare risultato a Gubbio significherebbe restare in scia al Prato”.

Campionato a parte, è arrivata la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia, altro traguardo storico per questo Cus Ancona: “La partita con il Montesilvano avremmo preferito giocarla, ma i nostri avversari non si sono presentati al Palacus di Posatora. Un vero peccato, resta il fatto che per noi questo traguardo rappresenta un vero e proprio appuntamento con la storia, mai cosi in alto in una competizione come la Coppa Italia di serie B. I tempi sono maturi per fare qualcosa di veramente importante”.

Gara quella contro il Cagli che ha visto finire nel tabellino dei marcatori i gemelli Alessandro e Federico Benigni, autori di una doppietta a testa, cosi come l’argentino Pego. La Final Eight di Coppa Italia è in programma dal 20 al 22 marzo. Oltre al Cus Ancona, ci saranno Pordenone, Sangiovannese, Cosenza, Molfetta, Sporting Venafro, Futbol Cagliari e la vincente tra Merano e Carmagnola, gara in programma il 25 di febbraio.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia