Cus Ancona, derby agrodolce col Grottaccia Cingoli

CALCIO A CINQUE B – I dorici perdono 5 a 3 tra le mura amiche. Martedì nuovamente in campo per la gara di coppa contro il Manfredonia

Dopo la sconfitta rimediata a Prato in occasione della prima giornata nel campionato di serie B, il Cus Ancona è costretto a cedere l’intera posta in palio al Grottaccia Cingoli che al Palacus di Posatora passa per 5-3. Partita che di fatto si è decisa nei minuti finali, un po’ come accaduto a Prato con il Cus Ancona alle prese con una serie di giocatori indisponibili. Assenze pesanti, ma chi è andato in campo ha dato il massimo nonostante non sia bastato per fermare il Grottaccia Cingoli.

“Siamo partiti bene poi dopo il gol dei nostri avversari ci si è spenta la luce. – dice il tecnico cussino Francesco Battistini – Nel secondo tempo la squadra ha reagito e per due volte con Benigni e Belloni siamo riusciti a rimettere le cose a posto nonostante i pochi spazi a disposizione. Per raggiungere il gol del 3-3 abbiamo consumato tante energie, sia fisiche che mentali, pagandone le conseguenze nei minuti finali dando modo al Grottaccia di segnare altre due reti”.

Quanto pesano le assenze in questo inizio di campionato? “Chi è andato in campo a Prato e contro il Grottaccia ha dato il massimo. Resta il fatto che non avere a disposizione giocatori come Pego e Pastoriza ha un peso specifico non indifferente. Pego molto probabilmente dovrà rimanere fermo per un mese a causa di un problema ad un tendine, mentre Pastoriza, espulso a Prato, con il Grottaccia ha scontato la giornata di squalifica. Come se non bastasse Federico Benigni e Belloni non sono al meglio della condizione, altri elementi invece devono ancora smaltire i carichi della preparazione”.

Archiviato il derby, il Cus Ancona martedì sarà nuovamente in campo al PalaCus per la Coppa di Divisione contro il Manfredonia, un vero appuntamento con la storia in caso di vittoria? Tra il dire e il fare – puntualizza lo stesso Battistini – c’è di mezzo il mare. Il Manfredonia è una squadra di serie A2 e tutt’altro che semplice batterla. Il pubblico di casa ci potrà dare una mano, ma non sarà semplice raggiungere questo obiettivo. Nel caso in cui dovessimo passare il turno, il nostro prossimo avversario sarà l’Acqua&Sapone, una delle formazioni più titolate a livello nazionale. Per il Cus Ancona sarebbe un vero e proprio appuntamento con la storia”. Cus Ancona in campo col Manfredonia martedi al Palacus di Posatora con calcio d’inizio fissato alle ore 19.

 

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS