Cura Boscaglia ma senza antidoto: solo un pari piccolo piccolo dell’Ancona contro la Spal

SERIE C – Scontro diretto senza vincitori: il gemellaggio sugella un gran pomeriggio sugli spalti

La cura Boscaglia non trova subito l’antidoto ai mali dell’Ancona, in grado di conquistare un pari piccolo piccolo nello scontro diretto con la Spal che conserva il vantaggio di due punti in classifica oltre alla differenza reti favorevole a parità di scontri diretti. A questo punto, considerando le contemporanee affermazioni di Entella e Sestri Levante, volate entrambe a +6, l’unica strada per evitare i playout per i dorici appare quella di arrivare quintultimi con più di otto punti di vantaggio sulla penultima. Il vero spettacolo lo assicurano solo le due tifoserie che rinnovano l’indissolubile gemellaggio assicurando calore e colore dal primo all’ultimo minuto.

Oltre alle assenze dell’infortunato Pellizzari e degli squalificati Cioffi (tre giornate) e Clemente, il nuovo tecnico biancorosso Boscaglia deve registrare all’ultimo momento il forfait di Martina, vittima di un problema al ginocchio durante il riscaldamento. Sulla sinistra agisce così Agyemang con Barnabà a spingere sul versante opposto. Come nelle ultime partite con Colavitto, viene disegnata la linea difensiva a tre, imperniata sull’esperto Pasini, mentre al capitano Gatto viene riconsegnata la maglia da titolare in regia. In attacco la scelta ricade su Giampaolo che supporta Spagnoli. Privo di Bruscagin, Carraro, Arena, Sits, Bertini e Siligardi, il mister biancazzurro Di Carlo accentra Fiordaliso in difesa e propone l’ex Nador (fino a gennaio all’Ancona) nel cuore del centrocampo al fianco dell’ex Ascoli Buchel. Sugli esterni Dalmonte e l’altro ex bianconero Maistro hanno il compito di rifornire il totem Antenucci e Petrovic, preferito a Zilli.

All’insegna dell’equilibrio e della tensione la prima frazione, in cui l’Ancona mostra almeno un approccio diverso rispetto a quello inconsistente di Recanati aggredendo gli emiliani che non pungono mai in fase offensiva. L’unica occasione per i dorici arriva al 33’ dal triangolo tra Paolucci e Spagnoli che manda a vuoto l’uscita di Galeotti fintando il pallonetto, ma non aggira Valentini, il cui salvataggio in scivolata sventa la minaccia. Lo stesso bomber sfiora di nuovo il vantaggio al 53’ prendendo l’ascensore sul traversone col contagiri di Agyemang, negato da Galeotti con un balzo felino deviando in corner. L’Ancona rischia al 59’ sull’inzuccata del neoentrato Zilli sugli sviluppi di un corner, sventata da Perucchini, ma si divora due palle gol in un minuto tra il 61’ e il 62’ con Spagnoli, ipnotizzato da Galeotti, e Prezioso, che spara alto da posizione ravvicinata. La Spal è pericolosa sui calci piazzati, come al 74’ quando il difensore Valentini sfiora il palo anticipando tutti di testa sul corner di Dalmonte. Nel finale i biancorossi mostrano un calo atletico notevole, come accaduto più volte in stagione, e non incidono più. La formazione di Di Carlo amministra senza rischi il pareggio uscendo indenne da uno spareggio anticipato.

Il tabellino della gara.

ANCONA – SPAL  0 – 0

ANCONA (3-5-2): Perucchini; Cella, Pasini, Mondonico; Barnabà, Prezioso (18’st Basso), Gatto, Paolucci (24’st Saco), Agyemang; Giampaolo (24’st Moretti), Spagnoli. (A disp. Vitali, Testagrossa, Energe, Marenco, Martina, D’Eramo, Radicchio, Vogiatzis). All. Boscaglia.

SPAL (4-4-2): Galeotti; Ghiringhelli (43’st Breit), Valentini, Fiordaliso, Tripaldelli; Dalmonte, Nador (23’st Collodel), Buchel, Maistro (10’st Rao); Antenucci (23’st Rabbi), Petrovic (10’st Zilli). (A disp. Alfonso, Meneghetti, Contiliano, Orfei, Bassoli, Saiani, Iglio, Edera). All. Di Carlo.

ARBITRO: Arena di Torre del Greco.

NOTE: ammoniti Prezioso, Cella, Valentini, Maistro, Barnabà, Mondonico, Gatto, Rao; corner 3-8; recupero 2’pt e 5’st.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS