Croce Azzurra: “Nulla contro gli altri ma a Porto Recanati ci siamo noi”

Dai vertici della Croce Azzurra e Bianca di Porto Recanati riceviamo e pubblichiamo:

“Facendo seguito a quanto dichiarato dalla Croce Gialla e dalla Croce Rossa tramite stampa, vogliamo precisare che nulla abbiamo contro tali Enti, verso i quali nutriamo il massimo rispetto, stante lo scopo assistenziale e sanitario comunemente perseguito. Il problema, piuttosto, è un altro, e concerne lo stretto legame che vanta la scrivente con il territorio Portorecanatese, dove è nata, dove opera e dove vorrebbe continuare a esercitare quelle funzioni che le sopra citate associazioni – Rossa e Gialla – svolgono già nei rispettivi territori di origine, esterni a questa città. Tuttavia questa nostra volontà appare ostacolata, in ogni modo, tanto incidere sulle fondamenta sulle quali questa Associazione è nata; tanto da recidere quel legame con il territorio. Non è un mistero che la sede della Croce Azzurra sia stata a suo tempo concessa dal Comune. Una sede che negli anni ha subito un invecchiamento, parimenti alla memoria di qualcuno che ha grossolanamente dimenticato quanto la Croce Azzurra ha fatto per Porto Recanati e per i suoi cittadini, specialmente nella prima fase pandemica, quando contare le chiamate al centralino e gli interventi in loco sarebbe stato tanto inutile quanto complicato. Fortunatamente, grazie allo sforzo economico e lavorativo di tantissimi volontari – soprattutto portorecanatesi – la sede fornita dal Comune è stata rimessa a norma, attrezzata, pronta per l’utilizzo che le era stato destinato sin dal 1999, anno in cui il Comune aveva costituito quel rapporto fiduciario con l’associazione, finalizzato al bene della città e fonte di legittimo affidamento per la scrivente. Ciò posto, concludiamo precisando che la Sig.ra Montali nulla ha contro la CRI di Porto Potenza Picena, ma è soltanto profondamente toccata dall’avversione di alcuni che dovrebbero battersi “per” e “non contro”; demoralizzata dal clima che si respira a Porto Recanati, tendente a scardinare quanto di buono è stato partorito entro i suoi confini”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana