Jesina, riecco l’Atletico Ascoli: “Acqua passata, loro forti dai miei buoni segnali”

Marco Strappini

ECCELLENZA – Mister Strappini verso il big match d’esordio: “Abbiamo cambiato tanto, c’è ancora qualcosa da limare ma dobbiamo farlo alla svelta”

“Buoni segnali domenica scorsa contro il Fabriano Cerreto. Abbiamo fatto una grande prova contro una squadra molto forte. Ma domenica inizia il campionato e allora bisogna iniziare a tirare fuori qualcosa di più”. Parla così mister Marco Strappini nel corso della settimana che avvicina la Jesina al debutto nel torneo contro l’Atletico Ascoli. Un remake della finale playoff che ha lasciato non pochi strascichi, con lo stesso tecnico però che stempera i toni con un semplice “è acqua passata. Rancore? No, nessuno“. E poi prosegue. “Sappiamo che incontreremo un Atletico Ascoli che anche quest’anno è la squadra più accreditata alla vittoria del campionato. Così come noi anche loro hanno cambiato tanto, ma si è ulteriormente rafforzata per il grande salto e lo sappiamo bene”.

Una Jesina quasi completamente rivoluzionata in difesa, con una difesa rivoluzionata la centro e un Campana che non si riesce a scrollare di dosso un ruolo  come quello di difensore centrale che lo scorso anno ha recitato magistralmente contribuendo in maniera importante al trionfo del Chiesanuova in Eccellenza. Nella gara di coppa Strappini lo ha riproposto lì al centro accanto al giovane gigante Orlietti. Un duo che dovrà rimpiazzare i partenti Lucarini e Mistura. “Sì, ci sono stati importanti cambiamenti non solo in difesa ma quasi in tutti i reparti. I segnali arrivati sono già buoni, ma c’è ancora tanto su cui lavorare. Dobbiamo trovare ancora le giuste misure e dovremo farlo il più presto possibile perché domenica già si inizia col campionato”.

Davanti domenica invece sarà duello nelle due metà campo tra i bomber Iori e Minozzi. Entrambi arrivati in estate nelle rispettive squadre. In casa leoncella gli esterni offensivi non cambiano, con Monachesi e Jachetta a servizio non più di Perri ma dell’ex attaccante della Sangiustese. E poi occhio in panchina, il giovane Nazzarelli e l’esperto Trudo sono pronti a dare man forte con la loro velocità e imprevedibilità. All’appello domenicale mancherà Sampaolesi, alle prese ancora con un infortunio e Garofoli ancora out per squalifica.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia