Covid19 Esanatoglia, il Sindaco: “State a casa per rispetto di chi lavora in prima linea”

Le fondamentali disposizioni da rispettare per fronteggiare l’emergenza in corso

“Nuove misure ancora più stringenti stanno per essere prese. Dovete restare a casa il più possibile: il cane va portato a fare i suoi bisogni nei pressi della propria abitazione; se viene fermato qualcuno dall’altra parte del paese è denuncia penale; la passeggiata può essere fatta solo nelle vicinanze della propria abitazione. Si può uscire solo per fare la spesa e per comprare farmaci; per le persone anziane o per chi non può muoversi è possibile utilizzare il servizio di consegna a domicilio”. Sono le importanti disposizioni che il Sindaco di Esanatoglia, Luigi Nazzareno Bartocci, ha voluto ricordare ai propri concittadini per affrontare al meglio l’emergenza Coronavirus.

“Utilizzate sempre una mascherina, solo quelle di tipo chirurgico, senza valvola”. – precisa il Sindaco – “In alternativa, usate una sciarpa. Non voglio vedere nessuno in giro per negozi senza mascherina a protezione di bocca e naso. Non mettetevi a parlare per lungo tempo, specialmente nei negozi di alimentari; evitando così di formare lunghe code, soprattutto per rispetto del personale”. Il cosiddetto droplet si attiva anche parlando, quindi rispettate le distanze di sicurezza, 2/3 metri sono meglio di 1″.

Infine, il primo cittadino ha ribadito: “Non ci si puo’ spostare fuori comune, ad eccezione di necessità indifferibili ed urgenti che riguardino la salute o per lavoro, per le sole attività che sono ammesse dall’ultimo decreto del Presidente Conte”.

“Ricordo ancora che sono chiusi tutti i parchi, giardini e aree verdi attrezzate. Gli uffici comunali sono chiusi al pubblico; è possibile contattare il personale solo per appuntamento telefonico e per reali urgenze”. L’Amministrazione comunale di Esanatoglia ha prorogato tutte le scadenze tributarie e quelle riguardanti la carta d’identità.

“Per la sicurezza della salute pubblica e il rispetto di chi è costretto a lavorare in prima linea, dovete restare a casa“. conclude il Sindaco Bartocci.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia