Covid, incinta e non vaccinata è grave: deciso il parto cesareo

La 30enne abruzzese è ricoverata al Salesi

In mattinata “progressivo peggioramento delle condizioni cliniche” della 30enne incinta alla 33esima settimana, non vaccinata, proveniente da Teramo, ricoverata dalla notte del 24 gennaio nella Rianimazione Pediatrica del “Salesi” di Ancona a seguito dell’aggravamento dell’insufficienza respiratoria correlata a Covid.

Lo fa sapere l’azienda Ospedali Riuniti: “Dopo una valutazione collegiale con gli specialisti ostetrici e neonatologi, si è deciso di procedere al parto con taglio cesareo, nel primo pomeriggio, per operare in condizioni di benessere fetale, evitando il rischio concreto di prossima sofferenza”.

Viste le condizioni cliniche della paziente che si prospettano “ragionevolmente peggiorative, il taglio cesareo sarà eseguito in anestesia generale e la signora sarà mantenuta intubata nel postoperatorio”.

 

(Ansa)

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana