“Costantino nel Cuore”, Ascoli omaggia il Presidentissimo

CALCIO – Un’intera comunità, tifosi e una delegazione dell’attuale società bianconera insieme nel ricordo dello storico patron a 25 anni dalla sua scomparsa. Dress code obbligatorio? I calzini rossi

di Matteo Rossi

 

Non un ricordo, bensì un omaggio a Costantino Rozzi, perché nessuno si è dimenticato di lui. Nel suggestivo Teatro Ventidio Basso di Ascoli, addobbato anche con striscioni bianconeri, è stato celebrato l’evento per Costantino Rozzi a 25 anni dalla sua scomparsa, “Costantino nel Cuore”. Ovviamente, dress code obbligatorio i calzini rossi, caratteristici del Presidentissimo. Una serata passata a ricordare con video, foto e testimonianze la figura del leggendario patron bianconero.

“Ad Ascoli ha dato tantissimo – dice il sindaco Marco Fioravanti – andavo allo stadio e lo vedevo con quei calzini rossi”. L”Assessore allo Sport Nico Stallone aggiunge: “Ha fatto conoscere Ascoli in tutto il mondo”. Presente anche il Vescovo della Diocesi di Ascoli Piceno, Mons. Giovanni D’Ercole che, nel pomeriggio, ha anche celebrato la Santa Messa in ricordo di Rozzi. “Sono sicuro che lui e sua moglie Franca ci stiano guardando da lassù, sorridente” dice D’Ercole.

Anche la famiglia Rozzi stessa ha partecipato sul palco. A quel punto è stato consegnato anche il “Premio Costantino Rozzi 2019”. Presenti ovviamente anche tanti ex giocatori dell’Ascoli di allora, con aneddoti su aneddoti che si sono rincorsi tra i cori del pubblico. Infine è arrivata anche una delegazione dell’attuale società bianconera, con il presidente Carlo Neri ed anche mister Zanetti, tutti indossando rigorosamente i calzini rossi. Una serata necessaria e commovente in onore di un uomo che ha fatto la storia di Ascoli.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS