Corso Carlo Alberto diventa una discarica: i residenti chiedono le telecamere

Soltanto tre giorni fa la zona era stata ripulita da Anconambiente

Non c’è fine settimana o festivo che in corso Carlo Alberto non si verificano fenomeni di abbandono di rifiuti ingombranti. Domenica notte era stato abbandonato un divano, un frigorifero, un armadio, dei comodini, delle reti e un materasso. Dentro uno di questi comodini erano spuntate addirittura delle raccomandate risalenti al mese di aprile.

 

L’intera zona, che si trova a pochi metri dall’incrocio tra Corso Carlo Alberto e piazzale Italia, era stata ripulita dal personale di Anconambiente. A distanza di tre giorni è apparsa una nuova discarica abusiva, sempre nello stesso punto, con tanto di frigo congelatore, armadi, pannelli metallici, cassettiera e una serie di buste e scatoloini. Materiale che è stato portato in questo tratto di strada da un furgone proprio la sera di Natale e, come sempre, nessuno si è accorto di nulla. La richiesta è sempre la stessa: i residenti della zona chiedono delle telecamere di videosorveglianza proprio per scoraggiare questi abbandoni selvaggi.

Ad agire sono dei svuotacantine, molti abusivi, che, nella stragrande maggioranza dei casi, non effettuano lo scarico da Anconambiente pur di risparmiare una manciata di euro, cifra richiesta per il conferimento e smaltimento dei rifiuti cosidetti ingombranti.