Coronavirus, weekend anomalo: marchigiane in campo alla spicciolata

Gianluca Colavitto, allenatore del Matelica

Basket, volley e il calcio minore lasciano deserti i campi, domenica minimamente condita da serie D e dal Picchio nel posticipo serale di B

Campi marchigiani deserti in un anomalo sabato di fine febbraio. E’ il 29, quindi data particolarissima, giusto per non farsi mancare nulla. Con il volley e il basket, sia nazionale e regionale, a serrande abbassate e con il calcio locale bloccato, nessuna partita verrà disputata in questo giorno “extra” dell’anno bisestile.

Sarebbero state solo due le squadre marchigiane a scendere in campo prima della nuova ordinanza della Regione Marche valida fino alla mezzanotte di oggi (sabato). L’Ascoli e il Matelica sarebbero scese regolarmente in campo nei rispettivi campionati nonostante la precedente ordinanza, e cosi sarà. In serie B i bianconeri saranno di scena all’Adriatico di Pescara per il posticipo di domenica sera (ore 21) contro il Delfino, mentre in serie D i biancorossi scenderanno in Molise per sfidare il Vastogirardi e restare al primo posto.

Nel girone F, la formazione di Colavitto non sarà l’unica formazione marchigiana a scendere in campo. Il comitato interregionale infatti, dopo aver rinviato i tre derby, li ha ripristinati immediatamente nella mattina di ieri (come fortemente preventivabile già giovedì), quindi domani alle 14.30, orario d’inizio delle partite, si disputeranno Jesina-Porto Sant’Elpidio, Tolentino-Recanatese e Sangiustese-Montegiorgio. Nessuna resterà indietro nel girone delle marchigiane.

Se il menù domenicale, nonostante senza le gare di serie C, Eccellenza e Promozione, con qualche posticipo di alcune categorie inferiori, sembra essere comunque soddisfacente dalle 14.30 fino a sera inoltrata con il Picchio protagonista, mestamente malinconica sarà la giornata odierna. Alcune formazioni hanno organizzato amichevole, altre invece sono del tutto ferme per poi riprendere la settimana prossima e godersi un weekend da pantofolai.

Da lunedì 2 marzo infatti, a meno di clamorosi provvedimenti, tutto dovrebbe ripartire come prima, con il volley e la pallacanestro che scalpitano insieme a tantissimi altri sport e logicamente anche il calcio minore regionale.

Leggi anche….

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia