Coronavirus, un anno fa la prima vittima a San Severino

In memoria di Giovanni Papavero, 70 anni

Esattamente un anno fa, il 23 marzo 2020, San Severino Marche piangeva la prima vittima del Coronavirus. Si spegneva in ospedale, a soli 70 anni d’età, Giovanni Papavero, muratore in pensione, ex volontario della Croce Rossa Italiana ed ex guardia venatoria, appassionato di ruzzola, marito di Angela e padre di Samuela e Monia. Una morte difficile da sopportare per la famiglia, che di lì a poco fu travolta anche dalla scomparsa dell’anziana mamma di Giovanni, la signora Maria Antonini, che di anni ne aveva 96. Stessa causa, stesso male, stesso destino infausto anche per lei.

 

Dodici mesi dopo la comunità settempedana, e quella della frazione di Serralta dove giovani era benvoluto da tutti, vive ancora l’angoscia per quell’accaduto. Il sindaco, Rosa Piermattei, che già allora espresse il proprio cordoglio personale e quello dell’Amministrazione comunale tutta, mostrando vicinanza alla famiglia Papavero, commossa ricorda la gentilezza e la mitezza di un uomo stimato e amato da molti.
Per ricordare il signor Papavero, e tutte le altre vittime del Covid, domenica prossima (28 marzo) al monumento dei Caduti sul lavoro, nella frazione di Cesolo, si terrà una cerimonia commemorativa organizzata dal Comitato di frazione.

 

L’emergenza da Covid-19 non è ancora finita. Secondo gli ultimi dati forniti dal Gores, il Gruppo operativo regionale per le emergenze sanitarie, risultano 89 i pazienti positivi e altre 66 le persone in “quarantena”.
“Non dobbiamo assolutamente ancora abbassare la guardia – sottolinea il sindaco, Rosa Piermattei – I dati sui contagi sono ancora troppo elevati, è necessario prestare massima attenzione anche tra i più giovani”.
A casa, nei luoghi di lavoro, ovunque è bene sempre seguire i comportamenti di igiene, come lavarsi regolarmente le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica, mantenere puliti gli ambienti, far areare i locali, disinfettare spesso gli oggetti di uso comune, mantenere le distanze di sicurezza interpersonali, indossare sempre la mascherina ed evitare spostamenti non necessari.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia