Controsorpasso Matelica, serie C più vicina

SERIE D – I biancorossi vincono 2-1 con il San Marino, e sfruttando la sconfitta della Vis Pesaro, tornano in vetta a 90′ dal termine del campionato

di Riccardo Antonelli

Il Matelica torna a giocare in casa dopo aver perso la vetta della classifica nella gara di Recanati e con una bella vittoria riesce a tornare in vetta al girone. Al Giovanni Paolo II arriva il San Marino di mister Medri, alla ricerca di punti per rientrare nella zona playoff. Tiozzo regala diverse sorprese agli avversari perché partono dal primo minuto Kerezovic in porta, Kyeremateng davanti invece di bomber Magrassi e Gilardi al centro della difesa al posto dello squalificato Cuccato.  Il modulo è sempre lo stesso, il 4-2-3-1, ma gli interpreti variano per non dare punti di riferimento al San Marino. San Marino che invece si presenta a Matelica farcito di ex biancorossi: parliamo del centrale di difesa Di Maio, del centrocampista Gadda e del terzino Mingucci che parte dalla panchina. Mancano due giornate al termine e la sfida si preannuncia interessante proprio perché servono punti a entrambe le squadre. Si parte a ritmi blandi, il Matelica prova a fare la partita e il San Marino si oppone. La svolta arriva al 19’, con il gol di Kyeremateng. Cross di De Gregorio, deviazione di Cevoli a ingannare Fall che respinge praticamente sui piedi di Kyeremateng. 1 a 0 e partita sbloccata. Non è facile segnalare altre occasioni pericolose eccetto un paio di situazioni su calcio da fermo. Il pareggio arriva infatti con un gol da cineteca di Ciurlanti, che calcia dopo un rimbalzo e la mette all’incrocio sorprendendo Kerezovic e l’intero stadio. Il pareggio rimane tale anche nel momento in cui le squadre rientrano nello spogliatoio. Nella ripresa il San Marino guadagna campo, ma il Matelica resta il più pericoloso. Dopo dieci minuti infatti è Lo Sicco su punizione, la sua specialità, a impensierire Fall con un tiro di poco alto sopra la traversa. Poco dopo di nuovo vantaggio dei padroni di casa. Angolo calciato da Tonelli, testa di Messina sul secondo palo e San Marino sorpreso. San Marino che ci prova diversi minuti più tardi, con Ceccarelli che da due passi sbaglia clamorosamente sparandola alta. Brivido anche negli ultimi minuti, con Conti che riceve una respinta al limite e calcia al volo buttandola alta di poco. Nel finale da segnalare il rosso diretto a Magrassi per un presunto contatto in corsa sul difensore avversario e la grandissima parata di Kerezovic su un tiro da buona posizione di Ceccarelli. Al triplice fischio grande festa dei tifosi di casa grazie alla contemporanea sconfitta della Vis Pesaro che permette al Matelica di tornare capolista. 

MATELICA – SAN MARINO 2 – 1

MATELICA (4-2-3-1): Kerezovic; Brentan, Gilardi, Messina, De Gregorio (25’ st Riccio); Lo Sicco, Callegaro; Angelilli (13’ st Tonelli), Gabbianelli (43’ st Gerevini), D’Appolonia (27’ st Malagò); Kyeremateng (17’ st Magrassi). (A disp.: Demalija, Dano, Lillo, Arapi) All. Tiozzo.

SAN MARINO (4-3-3): Fall; Ceccarelli, Cevoli (45’ st Mingucci), Di Maio, Ciurlanti; Conti (40’ st Rsasa), Miglietta, Gadda; Zeqiri (23’ st Guidi), Nappello, Bardeggia (36’ st Longobardi). (A disp.: Donini, Moretti, Evaristi, Tomassini, Tamagnini) All. Medri.

Arbitro: Perenzoni di Rovereto.

Ammoniti: 14’ Callegaro, 25’ Napello, 18’ st Ciurlanti, 33’ st Ceccarelli, 35’ Brentan. Espulso al 46’ st Magrassi.

Reti: 19’ Kyeremateng, 37’ Ciurlanti, 17’ st Messina.

Spettatori: 500.

 

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS