Controlli di Ferragosto lungo la costa, intensificati i servizi di vigilanza in mare

I servizi dei militari del Reparto Operativo Aeronavale di Ancona

Elevato impegno e grande attenzione verso gli utenti del mare: sono questi i comuni denominatori che hanno caratterizzato i servizi condotti dai militari del Reparto Operativo Aeronavale di Ancona durante lo scorso ponte di ferragosto.

In particolare i finanzieri specializzati sono stati impegnati dal 12 al 16 di questo mese, intensificando la
presenza lungo tutto il litorale marchigiano, che ha permesso di dispiegare i mezzi navali del Corpo per prevenire e contrastare, gli illeciti di natura economico finanziaria, prevenendo i traffici illeciti via mare, e nel contempo, salvaguardare la sicurezza dei numerosi bagnanti e diportisti, che si sono riversati lungo le numerose località litoranee della Regione Marche.

Nel corso delle intense ed articolate attività di servizio, il Reparto Operativo Aeronavale di Ancona, avvalendosi dei Reparti dipendenti – Stazione Navale di Ancona e Sezione Operativa Navale di San Benedetto del Tronto – in stretto coordinamento con le pattuglie operanti a terra, messe a disposizione dai Comandi Provinciali della Guardia di Finanza dell’intera Regione, ha impegnato, nell’ambito della intera circoscrizione di competenza, complessivamente 24 assetti navali. Il pattugliamento è stato finalizzato al controllo e contestuale rispetto della normativa di settore in vigore, con particolare riguardo alla sicurezza della navigazione ed alla tutela della balneazione, nonché dell’ambiente marino. In quest’ultimo contesto, lungo il tratto di mare compreso tra Senigallia e Numana sono stati concertati considerevoli sforzi operativi, con particolare riguardo anche alla baia di Portonovo, ove i finanzieri hanno elevato quattro verbali per violazione della distanza minima di navigazione dalla costa.

L’attività di Servizio complessivamente, nel solo ponte di ferragosto, ha consentito altresì di identificare 60 soggetti e controllare 25 imbarcazioni da diporto, riscontrando diverse irregolarità in materia di polizia marittima. Nell’ambito del piano di potenziamento dei servizi di vigilanza e controllo è stata altresì impiegata, in maniera continuativa presso il porto di Marina dei Cesari di Fano (PU), una vedetta della Stazione Navale di Ancona, con lo scopo di assicurare un presidio più efficace e reattivo nella fascia costiera più a nord della circoscrizione di servizio ad alta vocazione turistica.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS