Conto alla rovescia per i saldi estivi

Meglio spendere qualcosa in più, puntando su materiali che non finiscano subito in discarica

Conto alla rovescia per i saldi estivi, è già caccia all’affare e allora ecco una piccola guida per gli acquisti. Si parte, nelle Marche, sabato 6 luglio e così, oltre al mare, al caldo e agli spettacoli, ci si potrà dedicare ancora di più allo shopping senza freni. La Giunta regionale ha deliberato che i prezzi ribassati continueranno fino domenica primo settembre. E’ previsto anche il divieto delle vendite promozionali nei 30 giorni prima dell’inizio della stagione, come già avvenuto nel 2023. Le svendite di fine stagione interessano negozi, centri commerciali, outlet, spacci aziendali, che abbondano dalle ns parti. Gli esperti continuano a consigliare di puntare su capi classici e sostenibili, di qualità. 

Meglio spendere qualcosa in più, puntando su materiali che non finiscano subito in discarica, per non aggravare la crisi ambientale. Le donne potranno sbizzarrirsi con i vestiti lunghi eleganti, le t-shirt e i top, gli short, le sneakers o i sandali. Con un occhio in avanti, al prossimo autunno, quando serviranno – come detta la moda – blazer, gonna lunga in jeans, camicie a manica lunga in chiffon e ballerine. Gli uomini invece dirotteranno le loro attenzioni prevalentemente su magliette e bermuda. Per tutti vale un dogma sempre attualissimo: controllare prima ciò che si ha nell’armadio, così da resuscitare anche capi finiti nel dimenticatoio e poi compilare una lista di ciò che manca e urge. 

Occhio però, perchè non solo gli sconti, ma anche le fregature, sia per le compere fisiche che per quelle online, possono essere dietro l’angolo. Occorre verificare la presenza della doppia etichetta: quella riportante il prezzo originale e quella con lo sconto. Meglio provare i vestiti in camerino, perché in caso di pentimento non è detto che si possano cambiare. Col passare dei giorni potrebbe scendere il costo del capo amato, ma chissà se sarà ancora disponibile. Infine, il commerciante deve accettare qualsiasi forma di pagamento elettronico, con carte o bancomat, senza oneri aggiuntivi. Ovviamente, è necessario conservare lo scontrino. E allora, terapeutico, compulsivo, edonistico, premiante, sfiancante, frenetico, consumistico, rigenerante, volontario od obbligato, è lo shopping, bellezza!

Camilla Cataldo
Author: Camilla Cataldo

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS