Comunità in lacrime, addio a Luciano

Luciano Romanelli

Romanelli, 63 anni, era un noto benzinaio di Tolentino

Lutto nella comunità di Tolentino per la prematura scomparsa di Luciano Romanelli, 63 anni. L’uomo è stato sconfitto da una malattia. Ben voluto e apprezzato da tutti i suoi concittadini, Romanelli era benzinaio molto apprezzato con la propria attività nel centro cittadino. I suoi funerali ci saranno domani (lunedì) alle 10 nella Basilica di San Nicola. Parole piene di significato quelle postate dal figlio Mattia su Facebook: “Questa è la nostra ultima foto insieme babbo mio, stamattina te ne sei volato in cielo e sono sicuro che già stai sorridendo come in questa foto. Abbiamo passato gli ultimi giorni insieme tutti e tre, io che ti dicevo forza babbo che ce la fai forza babbo e tu che mi dicevi certo che gliela faccio tra qualche giorno esco. Ho cercato di farti morire con la convinzione che ne saresti uscito perché eri un grande lottatore. Purtroppo il male ha vinto, mi dispiace perché hai passato una vita a preoccuparti per gli altri, a correre per tutti ma nel momento in cui dovevi affrontare la corsa più importante della tua vita non ci sei riuscito, ma tu eri così un altruista, un corretto, una persona onesta ma soprattutto eri un buono, un gran lavoratore hai pensato a quella pompa di benzina fino all’ultimo giorno perché era il tuo mondo, la tua seconda casa e non poter stare li ti creava un dispiacere immenso. Eri un babbo speciale, non mi hai fatto mai mancare niente, anche quando le cose anni fa non andavano bene hai sempre cercato di non farci mancare niente di proteggerci perché per te l’importante era vederci felici e il male te lo tenevi per te perché eri un grande incassatore. Mi ricordo da piccolo quando eravamo al mare con i nostri amici che tutti gli altri bambini erano andati a correre con le mimimoto e mamma per paura non mi mandava, allora tu dopo un oretta quasi di nascosto presi la macchina e mi portai anche a me e visto che ero contento il giorno mi riportai a correre perché vedermi felice era la tua soddisfazione. Potrei stare ore a scrivere quello che sei stato per me, questi ultimi giorni in cui sapevo che mi avresti lasciato ho cercato di fare di tutto per farti stare sereno, ma credo che il giorno più bello è stato ieri, gli ultimi quindici minuti insieme, quando ti ho fatto la barba e quando ti ho abbracciato e ti ho detto babbo ti voglio bene, sei stato il papà migliore del mondo e tu mi hai detto lo spero coccu mia e poi mi hai detto sei tanto bravo Mattì e io ti ho risposto è merito tuo e di mamma. Ora babbo mio riposa in pace evidentemente lassù dove sarai ora avevano bisogno di un benzinaio e di una persona onesta e corretta come lo eri tu. Ti voglio bene”.

error: Contenuto protetto !!