Comunali: nelle Marche 17 Comuni al voto

Fabrizio Ciarapica

Sono 17 i Comuni marchigiani che il 12 giugno andranno al voto per il rinnovo dei Consigli.

Tra loro non ci sono capoluoghi di provincia: sei quelli con più di 15mila abitanti, con possibilità di ballottaggio, a cui si aggiunge Corridonia, scesa sotto i 15mila abitanti, ma le cui liste elettorali non sono state ancora aggiornate, e che potrebbe quindi accedere al doppio turno, previsto il 26 giugno.

Le liste con tutti i candidati a sindaco e a consiglieri sono state presentate oggi. La competizione tra candidati sindaci è piuttosto ‘affollata’: ci sono sei aspiranti a Civitanova Marche, 5 a Jesi, 4 a Fabriano, tra i centri principali chiamati al voto. E poi 3 a Tolentino, a Corridonia, Sant’Elpidio a Mare, mentre dovrebbero essere due a Porto San Giorgio. A Civitanova Marche scende in lizza il sindaco uscente Fabrizio Ciarapica, Forza Italia, sostenuto dal centrodestra, a Fabriano si ripresenta Roberto Sorci, sindaco per due mandati dal 2002 al 2012 con il centrosinistra, questa volta sostenuto da liste trasversali di ispirazione centrodestra, a Civitanova Marche e Jesi si affacciano candidati riconducibili all’area no Green pass, A Corridonia.

Tra i Comuni del cratere sismico, duello a Camerino (dove si vota in anticipo dopo la caduta della maggioranza) tra l’ex sindaco Sandro Sborgia e l’ex vice sindaco Roberto Lucarellli. Si vota anche a Valfornace, Comune nato dalla fusione di Pievebovigliana e Fiordimonte. Completano il quadro Acquaviva Picena, Corinaldo, Offagna, Rosora, Pedaso (dove corre solo il sindaco uscente), Frontino, Tavoleto, Terre Roveresche.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana