Coltellate fra il trans e la vedova del boss per una dose di coca

Ennesimo, inquietante episodio a Lido Tre Archi di Fermo

L’ennesima aggressione a Lido Tre Archi e ancora una volta dietro a tutta questa violenza ci sono motivazioni legate alla droga. Sotto gli occhi dei residenti della zona, una transessuale di 59 anni e una donna di 48, entrambe del posto e amiche visto che abitano nello stesso appartamento, si sono accoltellate per la spartizione di qualche granello di polvere di cocaina.

La transessuale, conosciuta da tutti in zona, ha un lungo passato di tossicodipendenza ed è già nota anche alle forze dell’ordine. La 48enne di Fermo, invece, è la vedova di un boss della Sacra Corona Unita che dopo la scomparsa del marito, per tirare a campare ha iniziato a prostituirsi. Entrambe sono finite in ospedale in seguito alle ferite riportate.

Sul posto, avvisati da un passante, sono intervenuti i sanitari del 118, che, dopo le prime cure, hanno trasportato le due al pronto soccorso.

error: Contenuto protetto !!