Collare elettrico per addestrare i cani: denunciati in due

I proprietari degli animali sono stati identificati dal personale della Stazione carabinieri Parco di Visso

Nei giorni scorsi il personale della Stazione carabinieri Parco di Visso è intervenuto in due occasioni per maltrattamento di animali.

Nel primo caso un cittadino ha consegnato ai Carabinieri Forestali un cane rinvenuto in comune di Preci, nei pressi della strada provinciale “Fornaci”, che aveva un collare elettrico, il giorno successivo, invece, gli stessi militari hanno recuperato un altro cane, munito anche questo di collare elettrico.

Le indagini hanno consentito, pressoché immediatamente, di risalire ai proprietari degli animali, i quali hanno subito ammesso l’uso del collare elettrico come metodo di addestramento. Il collare elettrico è un dispositivo tecnicamente indicato come “dissuasore da addestramento” che, tramite due elettrodi in metallo, che premono sulla cute del cane, produce una scossa elettrica.

L’uso di questi strumenti è invasivo e doloroso e certamente incompatibile con la natura del cane, perché si basa esclusivamente sul dolore, lieve o forte che sia ed incide sull’integrità psicofisica del cane.
I Carabinieri Forestali hanno deferito i proprietari dei cani alla Procura della Repubblica, per il reato di maltrattamento di animali e sono stati posti sotto sequestro i collari elettrici con i relativi comandi a distanza.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS