Cluentina pronta al ripescaggio, possibile il derby con la Maceratese

CALCIO – Patron Marcolini: “La Promozione sarebbe un premio e riconoscimento nel 50° anno della società”

di Andrea Busiello

La parola fine alla stagione 2019/2020 ancora non è stata messa in via ufficiale ma ormai sembra scontato che la prima verrà promossa nella categoria superiore.

Chi in Prima categoria ha fatto un gran campionato è sicuramente la Cluentina, capace di essere al secondo posto al momento dello stop forzato dei vari tornei.

In queste settimane ci siamo confrontati con gli altri membri della società e posso dire che faremo domanda per il ripescaggio in Promozione – dice il presidente Massimiliano Marcolini – La nostra società anno dopo anno è cresciuta e si sta strutturando sempre più con figure professionali e preparate. Speravamo di tornare in campo per giocarci le nostre cartucce fino alla fine ma così purtroppo non è stato e guardiamo al futuro con fiducia. In questa stagione stavamo perseguendo un percorso di crescita globale tra prima squadra e settore giovanile che aveva come obiettivo l’arrivo in Promozione, per poter cementare ancora di più il lavoro tra settore giovanile e prima squadra.

Inoltre dopo l’ottima stagione disputata dai nostri ragazzi e dal nostro allenatore avremmo voluto lottare per raggiungere la promozione sul campo, ma se gli eventi catastrofici ce lo hanno impedito vorremo giocarci le nostre carte per poter approdare in Promozione nell’anno del 50° compleanno della ASD Cluentina calcio 1971, il quale sarebbe un premio ed un riconoscimento per tutti noi.

Il calcio dilettantistico potrebbe andare verso dei cambiamenti importanti e noi, qualora se ne verificassero le condizioni, ci faremo trovare pronti al salto di categoria”.

Oltre a ciò il salto di categoria in Promozione potrebbe significare un derby con la Maceratese.