Club ufficiali marchigiani in visita a Corridonia

Sabato i soci del Club Ufficiali Marchigiani, accompagnati da familiari e amici, con il loro Presidente, Generale di Corpo d’Armata Nicolò Falsaperna, già Segretario Generale della Difesa e Direttore nazionale degli Armamenti, si sono recati in visita alla città di Corridonia, accolti dal Sindaco, Giuliana Giampaoli, e dal socio Col. Ing. Marco Maria Contardi che ha proposto ai Colleghi di svolgere il tradizionale incontro annuale del Sodalizio nella sua città.

Raccolti nella Sala Consiliare nel Palazzo comunale – prima chiamata Sala dell’Impero, costituita da un soffitto e un pavimento decorati in modo da riprodurre il Pantheon di Roma, con la parete di fondo che lascia trasparire appena l’affresco denominato “Tireremo dritto” dell’artista Ciarlantini, raffigurante Mussolini a cavallo con un drago ai suoi piedi e le aquile meccaniche alla maniera futurista – hanno ricevuto il saluto di benvenuto del Sindaco e hanno quindi ascoltato la rievocazione storica della città del Dott. Modestino Ciacciurri. 

Ha quindi preso la parola il Gen. Falsaperna per ringraziare dell’accoglienza e ricordare che i soci del club –  ufficiali inferiori, superiori e generali  delle Forze Armate  e del Corpo della Guardia di Finanza, in servizio e in congedo – hanno tutti lasciato i paesi natii in giovane età, per prestare servizio in diverse località in Patria o all’estero, nei diversi teatri operativi o in organismi internazionali e grazie al loro Sodalizio hanno così modo di poter conoscere storie e specificità sconosciute  dei tanti  luoghi importanti della loro Regione di nascita. Lasciata la Sala Consiliare, il Gen. Falsaperna e il Sindaco hanno deposto due corone di alloro al monumento del sindacalista eroe Filippo Corridoni e al sacello del Capitano Eugenio Niccolai, entrambi decorati di medaglia d’oro al valor militare, morti nella Prima Guerra Mondiale.

E’ seguita la visita al Teatro Storico Comunale “G.B. Velluti”, annoverato tra i teatri storici marchigiani, dedicato all’ultimo dei grandi “sopranisti” Giovan Battista Velluti  – nato nell’allora Montolmo nel 1780, morto presso Venezia nel 1861-  e quindi la visita alla casa natale di Corridoni, che nel 1931 dette il suo nome alla città, che invece nel 1851 aveva lasciato il vecchio nome di Montolmo per divenire Pausula. I radunisti si sono poi recati in località San Claudio dove, guidati dal Sig. Domenico Antognozzi (detto Mimmo), Presidente del Centro Studi don Carnevale, hanno visitato l’antica e famosa Abbazia e ascoltato la avvincente presentazione della interessante tesi che individua proprio nei territori dell’antica città di Pausulae la grande e potente Aquisgrana dell’Impero Carolingio. E’ seguita una conviviale nel ristorante San Claudio al termine della quale è intervenuto per portare il saluto di commiato  del Sindaco l’Assessore Avvocato Massimo Cesca.

Dopo il brindisi di rito, l’Assessore Cesca ed i Generale Falsaperna di sono scambiati simbolici ricordi e tutti hanno ripreso la via delle loro residenze, in attesa del prossimo incontro nelle Marche.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS