Civitanovese, tra addii e arrivi: tanti movimenti per vincere subito

Giulio Spadoni, direttore sportivo Civitanovese

PROMOZIONE – I rossoblu puntellano la rosa sperando nella ripartenza

di Aldo Caporaletti

C’è l’impressione che la prossima riunione del neoeletto Comitato Regionale Figc,
presieduto da Ivo Panichi, sia l’ultimo treno su cui salire per la ripartenza dei campionati. Affinché si disputino, almeno in parte, non si dovrebbe riprendere oltre aprile. Sul tavolo dei dirigenti del calcio marchigiano, l’unica ipotesi percorribile: lo svolgimento dei soli gironi d’andata entro il termine “canonico” della stagione (30 giugno) e appendice in luglio per i playoff che stabiliscano l’accesso alla categoria superiore. All’Eccellenza (girone unico di 18 squadre) restano da giocare 12 partite, mentre alla Promozione (tre gironi di 12 squadre) rimangono 10 gare.

Il patron della Civitanovese, Mauro Profili (grande elettore del presidente Panichi), in un recente intervento, ha chiesto che dalla Promozione salgano, tramite playoff, due squadre per girone per dar vita – con il blocco delle retrocessioni – a quell’Eccellenza a due gironi proposta la scorsa estate da molte società. Intanto, la stessa Civitanovese si sta muovendo, con l’esperto Ds Giulio Spadoni, sul mercato, in cui si rivela caldo l’asse tra le due sponde del Chienti. Il difensore e capitano William Bordi si è mosso in direzione Porto Sant’Elpidio (Serie D), mentre il centrocampista 25enne, Simone Gesuè, è approdato alla Civitanovese. Gesuè, nativo di Comunanza, fu scoperto da Nico Stallone nella Primavera dell’Ascoli Picchio e portato dal tecnico al Monticelli, con cui, dopo aver vinto l’Eccellenza, ha disputato tre campionati di Serie D. E’ stato poi ceduto al San Marco Servigliano con cui ha giocato due stagioni in Eccellenza.

Esterno sinistro di centrocampo, Gesuè, piedi buoni e gran corsa, sarà utile al tecnico rossoblu Ciocci nel lavoro di raccordo con le punte, aspetto carente nella Civitanovese d’inizio stagione. Figura essenziale nell’affermazione di Simone Gesuè calciatore, è stata quella di Luciano Canala, un punto di riferimento nello sport ascolano. Con la partenza di Matteo Piergallini (si riavvicina ad Ancona per motivi di lavoro) e Bangoura impiegato limitatamente, a causa di infortunio, in avvio di stagione (ha giocato titolare solo l’amichevole persa con l’Elpidiense Cascinare), la Civitanovese sta ridisegnando sugli esterni il suo centrocampo.

Dopo l’arrivo sulla fascia destra dell’ex Andrea Mandorlini (dal Montemilone Pollenza), ecco sulla corsia sinistra Simone Gesuè. Con ogni probabilità la stessa operazione sarà compiuta in difesa, dovendo sostituire l’esterno destro Bordi e valutare il profilo giusto da inserire sul versante opposto. Dal momento che Daniele Mozzoni, elemento esperto, dovrebbe far coppia al centro della retroguardia con l’under Nicola Smerilli (sempre in attesa di una valida alternativa).

Insomma, una Civitanovese che, contando sull’operato del Ds Spadoni, sta colmando le lacune della squadra per vincere la Promozione, primo passo verso il ritorno in campionati che le competono.

error: Contenuto protetto !!