Civitanovese spaventata dalla Futura 96: “campanellini” prima della semifinale

Rapagnani, ex Civitanovese

PROMOZIONE – Più occasioni per la squadra di Capodarco, ma il vantaggio su Treia aumenta: adesso la Coppa con la terza forza del campionato

di Aldo Caporaletti

L’Aurora Treia interrompe a Trodica – con la terza sconfitta stagionale – una striscia di 16 risultati utili. Se la Civitanovese avesse battuto, nel match giocato sul neutro di Porto Sant’Elpidio (dove aveva superato il forte Monturano), la Futura 96 avrebbe inferto un colpo forse decisivo al campionato, portando a 8 punti il suo vantaggio (a 5 turni dal termine, considerato il riposo). E avrebbe affrontato con più tranquillità le gare che la separano dal big match di Treia del 13 maggio.

Ora diventa determinante per la vittoria del torneo la gara con il Trodica, che la Civitanovese giocherà in casa dopo la sosta pasquale (l’Aurora riceve il Corridonia). Non è questione di sede, il Trodica malgrado una stagione travagliata, in cui ha rivoluzionato la rosa e cambiato tre tecnici, ha un assetto da Eccellenza e può vincere anche al Polisportivo. I ragazzi di Lelli tengono aperto, insieme all’Atletico Centobuchi (corsaro con la Passatempese), il discorso della disputa dei playoff.

Con la Futura 96, penultima in classifica (37 punti dietro alla capolista), la Civitanovese con in campo la formazione che aveva battuto il Potenza Picena ha fatto davvero poco. Se escludiamo un’occasione nel primo tempo di Guido Galli: sottratta la palla a Gentile, in ottima posizione, ha vanificato tutto tentando un passaggio. Poi i calci piazzati del difensore Trombetta, che non vanno mai a segno ma mantiene l’incarico, mentre in squadra ci sono ottimi tiratori (come Visciano). Mister Nocera ha impiegato tutte le punte a disposizione (anche il rientrante Garcia, Becker part time), cambiandone la posizione in campo, ma senza risultati.

Bomber Paolucci, recordman di marcature con le giovanili della Juventus, dopo 4 gol su azione in altrettante partite, è tornato alla “normalità” dei 5 mesi precedenti. Ingabbiato dai difensori centrali fermani: Vallasciani e Smerilli (sostituio da Marozzi), fuori per infortunio nel primo tempo, come il collega di reparto Monti. Eppoi ci sono nella Civitanovese “campanelli d’allarme” da valutare attentamente. Come l’uscita per una contusione di Visciano (sostituito da Rapagnani), cerniera essenziale della mediana rossoblu, in passato insensatamente arretrato in difesa. E l’espulsione a fine recupero di Rapagnani per fallo su Mannozzi (migliore in campo), nei pressi del calcio d’angolo.

Epilogo di una stagione in ombra, in cui, a lui proveniente dall’Eccellenza, è stato preferito l’ex Montecosaro Ruggeri Jr. La Futura 96, che schierava dall’inizio tre ex rossoblu: il difensore Gentile e le punte Pistelli (10 gol in stagione) e Michele Salvati (l’under Antolini è entrato nella ripresa), scontava l’assenza per squalifica dell’attaccante Bianchini. Il team dell’appena rientrato tecnico Martinelli (che ha attuato un turnover di fuoriquota) ha disputato una partita attenta, senza rinunciare al suo gioco, ottenendo il risultato minimo preventivato, per muovere la classifica e avvicinare la zona playout.

Le occasioni migliori della gara le ha avute la squadra di Capodarco, che nel turno precedente aveva ceduto a Treia solo in inferiorità numerica. Il tiro dalla lunga distanza, nel primo tempo, del trequartista Mannozzi (punto di riferimento dei compagni), nel tentativo di “uccellare” il portiere Taborda e la favorevole opportunità (incredibilmente fallita), nel secondo tempo, del centrocampista under Nepi (subentrato a Vicomandi) ben “imbeccato” dal centravanti Pistelli.

Il campionato di Promozione si ferma per la Pasqua, ma proseguono gli impegni della Civitanovese che domani (mercoledì 5 aprile) affronterà, nella semifinale di Coppa Marche, l’Atletico Centobuchi battuto all’andata con il minimo scarto. Mister Nocera tiene ad alzare il trofeo e un’eliminazone, seppur in casa della terza della classe, potrebbe avere contraccolpi negativi, in un punto delicato della stagione. C’è la sensazione che il finale di torneo riserverà molte “sorprese”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS