Civitanovese, lascia Dari: “Vado a Montecosaro, Profili non mi ha dato ancora una risposta certa”

Matteo Dari

PROMOZIONE – Il preparatore dei portieri: “Mi fa male al cuore”. Mister De Filippis: “Non ho parole”

di Enrico Costantini

Quello che temevamo sta accadendo, oggi in chiusura del pezzo paventavamo che a breve ci sarebbero stati sviluppi clamorosi. A distanza di ore sono puntualmente arrivate notizie che indicano la grande confusione che regna all’interno della Civitanovese. Ci ha chiamato Matteo Dari, il preparatore dei portieri, il quale ci ha comunicato il suo addio alla Civitanovese: “Mi fa male al cuore comunicartelo, – ha iniziato – ma lascio la Civitanovese e accetto la proposta che mi ha fatto il Montecosaro. Mi dispiace tantissimo per i tifosi, per Valerio Cerolini, per Sandro Piampiani, per Andrea Diamanti, con i quali ho lavorato benissimo trascorrendo un anno splendido e che voglio ringraziare perché hanno veramente cucito la maglia rossoblu’ addosso. Credo che da parte del presidente meritavo maggiore considerazione per il lavoro svolto, invece siamo arrivati al 13 luglio e ancora non mi ha dato una risposta certa. L’ho contattato l’altro giorno e la sua risposta è stata quella che mi avrebbe dato risposta la prossima settimana perché doveva ancora valutare la mia posizione. Sono rimasto di sasso perché credevo di avere lavorato bene e in sintonia con gli allenatori in particolare modo con De Filippis, con il quale sono molto legato. Nel calcio secondo il mio modesto parere ci vuole programmazione e sopratutto lealtà. Se non voleva confermarmi bastava che me lo diceva, nel calcio ci sta e me ne sarei andato stringendogli la mano così invece me ne vado perché mi sento offeso sul piano umano perché ci possono essere divergenze sul piano lavorativo e ci sta, però la persona viene prima di tutto. Ho svolto il mio lavoro con grande passione senza pensare all’aspetto economico, ma perché amo il calcio e molte volte ho trascurato il mio lavoro per mettermi a disposizione della Civitanovese. Ora sono molto deluso e amareggiato. Ringrazio Enzo Di Meo che mi ha portato a Civitanova che è una grande piazza, me ne vado augurando le migliori fortune alla Civitanovese, però ripeto senza programmazione sia nel calcio che nella vita non si va lontano”. Quindi se ne va un’altra pedina importante nello scacchiere della Civitanovese. Abbiamo contattato De Filippis, il quale molto amareggiato è stato lapidario dicendo “Non ho parole“. Abbiamo cercato di stuzzicarlo sul suo futuro non ci ha detto nulla, però crediamo che ci attende un altro colpo di scena perché De Filippis è molto legato a Matteo Dari e aveva chiesto a Mauro Profili che la sua conferma era il primo punto del suo programma. Ora che se ne è andato all’orizzonte ci sono nuvoloni neri che più che un temporale sembra una tempesta.

    Ti potrebbero interessare

    Articoli più letti della settimana

    Articoli più condivisi

    Ultime dalla provincia