Civitanovese eliminata in coppa, Miramontes con le valigie in mano?

Matias Miramontes

PROMOZIONE – Rossoblu battuti in rimonta 2 a 1 dall’Atletico Ascoli nella gara di ritorno esterna. Il capitano rossoblu potrebbe andare al Chiesanuova in una sorta di scambio dopo l’arrivo di Iacoponi

di Aldo Caporaletti 

La Civitanonese di mister De Filippis torna da Ascoli con un’altra sconfitta, stavolta nella Coppa Italia di Promozione (2 -1). Dopo essere passati in vantaggio nel primo tempo con capitan Miramontes, i rossoblu sono stati raggiunti e superati dall’Atletico con due rigori (contestati vivacemente) di Rosa e Giovannini, uno per tempo. In virtù dell’1-1 dell’andata, gli uomini di Filippini accedono alle semifinali della competizione. Nuova conquista dell’Atletico Ascoli – capolista imbattuto del girone B – che, non pago dei risultati, si muove sul mercato: ultimo arrivo il difensore esterno Tomassetti (1997) dal S. Marco Servigliano (Eccellenza).

La Civitanovese, eliminata dalla coppa a cui pur teneva, ora riserva l’attenzione al campionato, dove l’attende l’impegnativo confronto interno con il Portorecanati di mister Pavoni, candidato ai playoff e reduce da due sconfitte consecutive dopo la vittoria sui cugini del Loreto, prima del derby dell’Helvia Recina con la Maceratese. Intanto impazza il mercato dicembrino, prolungato quest’anno fin quasi alla vigilia di Natale, nel quale la società rossoblu si dichiara impegnata su quattro obiettivi: un elemento per ogni reparto, più un under esterno di difesa per far coppia con Smerilli, anche se il centrocampo, settore nevralgico, meriterebbe particolare attenzione. Sinora, a fronte degli svincoli certi del portiere under Renzi e del difensore centrale Santoro, emigrato nella Promozione della sua Sardegna, si registra l’arrivo dell’esterno di difesa under Davide Mora (2001), prelevato dal Grottammare (Eccellenza).

Come anticipato giorni fa (leggi qui) in arrivo dal Chiesanuova c’è il centrocampista offensivo Iacoponi. La  formazione treiese, partita con ambizioni di playoff, è scivolata in bassa classifica e per risalire starebbe provando a vestire di biancorosso Miramontes in una sorta di scambio proprio con Iacoponi. Mancano all’appello un centrale difensivo che rimpiazzi il partente Santoro e faccia coppia con Martins e, soprattutto (la trattativa più impegnativa) un centrale d’attacco, reparto dove sinora si è distinto il solo Ribichini, marcatore regolare con 7 reti all’attivo. Per il centrale difensivo, ci sarebbe Monserrat, giocatore valido anche in fase realizzativa, in uscita dal Porto Sant’Elpidio (Serie D), ex amatissimo dai tifosi rossoblu, ma sembra che sullo stesso abbia messo gli occhi il ds “Johnny” Proculo per la Rata.

L’attacco è il reparto dove la “concorrente” Maceratese ha operato con maggiore impegno: dopo l’arrivo dell’esterno Gabaldi dal San Marco Servigliano, si è assicurata, in uno scambio con Jachetta, il bomber Castellano dal Valdichienti Ponte (Eccellenza). Per il reparto avanzato, dalla Civitanovese non trapelano notizie, mentre validi elementi che a Civitanova hanno fatto bene si stanno accasando, come l’argentino Zaldua che ha preso la via di Chiesanuova, dove ritroverà l’altro ex rossoblu Ruibal. Si era parlato della possibile uscita dal Loreto, che pur è in lotta per i playoff, del capocannoniere Garbuglia (11 reti in campionato), civitanovese di nascita e molto legato alla città, come ha più volte dichiarato: consentirebbe di fare il salto di qualità. Una volta realizzati gli obiettivi di mercato prefissati, alla società rossoblu non resterebbe che sfoltire l’ampia rosa: l’attacco è il reparto più indiziato, affollato di molti giocatori, ad alcuni dei quali è stata concessa fiducia che ora richiede verifica.

    Ti potrebbero interessare

    Articoli più letti della settimana

    Articoli più condivisi

    Ultime dalla provincia