Civitanovese, dietrofront di Iori: è a un passo dall’Aurora Treia

MERCATO – Ufficializzato in sede, l’attaccante non firma con i rossoblu. Saluta anche il terzino Armellini vicinissimo al Monturano Campiglione

di Enrico Costantini

Il terremoto dei giorni scorsi che si è abbattuto sulla Civitanovese, ha lasciato tante macerie e incertezze. D’altra parte il Presidente Profili non ha la bacchetta magica e per rimettere insieme un’organigramma operativo, ha bisogno di tempo, che purtroppo in questa fase è tiranno. Siamo nel bel mezzo del mercato e le squadre cercano di accaparrarsi i pezzi pregiati, perché tra circa venti giorni riparte la nuova stagione con i ritiri delle squadre e quindi le società cercano di mettere a disposizione dei loro rispettivi tecnici un organico il più possibile completo. È vero che la Civitanovese deve fare pochi ritocchi di qualità, ma è anche vero che l’immobilismo di questi giorni ha causato già dei problemi. Su tutti quello di Mauro Iori, annunciato in pompa magna come primo acquisto subito dopo la fine dei playoff, considerando che ad una settimana dalla riapertura delle liste non è stato chiamato per farlo firmare, ha scelto di non vestire la maglia rossoblu. Ufficialmente ha giustificato la scelta perché non si sente pronto a vestire una maglia così prestigiosa. Ha chiesto scusa ai tifosi e sembra certo che la prossima stagione vestirà la casacca Dell’Aurora Treia. Appare chiaro però che il caos di questi giorni ha fatto sì che il bomber abbia deciso di cambiare aria e quindi non crediamo quanto ha dichiarato, essendo frasi soltanto di circostanza. La Civitanovese, secondo quanto ci dice Radio Mercato, perderà anche un altro pezzo, perché Nicolò Armellini, premiato i giorni scorsi come il migliore difensore under del raggruppamento B di Promozione, dovrebbe accasarsi al Monturano Campiglione. Per il bene della Civitanovese si spera che le defezioni si fermino qui e che gli altri giocatori ritornino dalla Spagna o dall’Argentina, altrimenti sarebbero guai. Il tecnico De Filippis contava molto sulle qualità del giocatore. È chiaro che da combattente ne ha preso atto e non si è perso d’animo, infatti ha avuto rassicurazioni da parte degli altri. Ora speriamo che anche loro mantengano le promesse. De Filippis è già operativo perché tiene molto alla Civitanovese e se riuscirà in questo momento di grande incertezza a comporre il mosaico, i tifosi dovranno fargli un monumento.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS