Civitanovese, Da Col si dimette: “Non c’erano più le condizioni per continuare”

PROMOZIONE – L’ormai ex tecnico rossoblu: “Accusato di cose che mi hanno ferito, le parole del presidente mi hanno indotto a dimettermi”

di Enrico Costantini

Dopo il terremoto e le dimissioni di Emiliano Da Col, in attesa del nuovo tecnico, oggi pomeriggio la società ha incaricato il tecnico della juniores Andrea Diamanti. Comunque il nuovo tecnico dovrebbe essere Marco Pennacchietti, il quale nella tarda mattinata ha avuto un colloquio con il DS Di Meo, ora non ci resta che attendere la decisione finale, che riteniamo avverrà nelle prossime ore. Le dimissioni di Da Col ci hanno colto di sorpresa perché riteniamo che abbia svolto un ottimo lavoro e crediamo che non possono essere arrivate per la sconfitta di Potenza Picena, peraltro immeritata e dopo le cervellotiche decisioni del direttore di gara che hanno penalizzato i rossoblu. Quindi riteniamo che ci siano cose a noi sconosciute che sono emerse durante il confronto di ieri con il Presidente Mauro Profili. Noi abbiamo sentito l’ormai ex tecnico il quale era molto amareggiato per l’epilogo della sua avventura in riva all’adriatico. “Ho dedicato tutto me stesso per la causa rossoblu – ha esordito – però non c’erano più le condizioni per continuare, sono stato accusato di cose che mi hanno profondamente ferito e siccome mi ritengo una persona seria, ho rassegnato le dimissioni. Lascio -ha continuato – una squadra in salute e che ho cercato di rimettere in carreggiata dopo un inizio altalenante e credo che la squadra durante questo periodo abbia dato risposte positive, spesso siamo stati in emergenza e credo di avere sopperito con il lavoro, senza piangermi addosso però non è bastato. Domenica abbiamo perso immeritatamente e arbitraggi come l’ultimo ci hanno fortemente penalizzato, comunque questo è il calcio. Non voglio – ha concluso – fare polemica, però non meritavo quelle parole che mi sono state dette dal presidente e che mi hanno indotto a dimettermi. Auguro alla Civitanovese le migliori fortune. E’ stata una bella avventura, peccato sia finita così”. Noi crediamo che i campionati si vincono con la programmazione e questo ingrediente è il valore aggiunto per chi vuole fare calcio a tutti i livelli e crediamo che quando si sceglie un tecnico, poi bisogna difenderlo, cambiarlo come le camicie non giova a nessuno.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS