Civitanovese, cuscinetto in vista di tempi difficili: l’analisi del calendario

Mister Nocera

L’Aurora Treia a -3, scontri assolutamente non facili tra qualche settimana: con la Palmense questione di rigore

di Aldo Caporaletti

La Civitanovese risponde all’Aurora Treia (la squadra più accreditata a contenderle la promozione), che nell’anticipo aveva superato in casa il Grottammare (2-1). I rossoblu conservano tre punti di salvaguardia in previsione di “tempi difficili”, tra poche giornate. Alla settima con la trasferta di Matelica: vittoria di goleada a Corridonia (4-0); alla nona con la visita al Monturano: pari nel derby fermano con la Futura 96 (3-3). I rossoblu poi dovranno giocare il big match a Treia.

La squadra di Nocera supera al Polisportivo la Palmense dell’ex Enrico Piccioni (2-0) senza entusiasmare. Vantaggio al quarto d’ora con rigore di Paolucci (contrasto tra under: Germani fa fallo su Giordani) e raddoppio a 20′ dal termine col subentrato (a Paolucci) Wali: ruba palla al portiere Camaioni. Il capitano, ex Juventus, è il “contatore” dei rigori rossoblu (ha segnato 5 gol, tutti dal dischetto). Il centravanti dell’Aurora Treia, Voinea, marca anche su azione e ha raggiunto quota 9. La Palmense lamenta assenze pesanti: gli squalificati Iacoponi (ex rossoblu) e Marcaccio (under, dalla Sangiustese); la punta Ferranti (tornato dal Porto Sant’Elpidio). Mister Piccioni inventa l’under Germani terzino (causa il rigore, sostituito) e inserisce l’under Tassi nel tridente offensivo con Biondi e Brunelli.

Nella ripresa entra (in sostituzione di Biondi) l’attaccante argentino Manuel Cornero, reduce da infortunio, arrivato al mercato dicembrino dall’Eccellenza della Campania. Ai fermani, con in campo gli ex rossoblu Carafa e Smerilli (2002), viene negato un evidente rigore nel primo tempo (dopo quello siglato di Paolucci). Forò (arrivato dalla Sangiustese) prende palla a metà campo, supera in successione tre rossoblu e lancia Tassi in area, che viene travolto da Taborda. Gli arancioverdi poi falliscono un rigore nel finale (fallo di Trombetta su Cornero) con Mauro e lo stesso Forò, allo scadere, costringe il portiere rossoblu ad alzare un tiro sulla traversa. La Civitanovese deve fare a meno dello squalificato Ruggeri Sr e degli under infortunati: Strupsceki e Mangiacapre, lontano il recupero dell’ala Garcia.

Mister Nocera smentisce i suoi “difensori d’ufficio”, che avevano giudicato l’impiego di Visciano in difesa (a Monticelli) come “stato di necessità” (assente Ballanti). Restituisce il mediano al suo ruolo e fa giocare la coppia Greco-Trombetta al centro della difesa. A centrocampo prova Cipriani mezzala, a fianco di Becker. Nella ripresa il tecnico rossoblu, per mettere al sicuro il risultato, manda in campo tutte le punte a disposizione: Salom (staffetta con Becker), Wali (per capitan Paolucci) e l’under Mandolesi. Cambia la disposizione dell’attacco, ma riduce al minimo di due i centrocampisti. Finchè, con il raddoppio raggiunto, inserisce Ballanti (al posto della punta Galli), ricostituendo la coppia titolare al centro della difesa con Trombetta. Torna a respirare il centrocampo, con un giocatore aggiunto. Per ironia del calendario, la Civitanovese affronta nel turno successivo le squadre con cui ha giocato l’Aurora Treia.

Perciò, nel prossimo, i rossoblu avranno il Grottammare (in trasferta), mentre i ragazzi di Passarini si recheranno a Castel di Lama. Per il Monturano “scontro diretto” playoff, tra le mura amiche, con il Trodica che l’ha appaiato al terzo posto. Il Matelica riceve la Cluentina del nuovo tecnico Marinelli per insediarsi (l’Atletico Centobuchi riposa) in zona playoff. Tutto lascia prevedere che per la promozione diretta sarà una volata a due: Civitanovese e Aurora Treia, squadre con tecnici che hanno concetti molto diversi di calcio. Non a caso l’Aurora (in serie positiva da 10 turni) è l’unica squadra che ha battuto la Civitanovese (al Polisportivo). Molti i punti di vantaggio sulle inseguitrici, tra cui la “sorpresa negativa” Monturano. Dato che mantiene la stessa ottima rosa da anni, ci si chiede quanta responsabilità abbia il nuovo tecnico.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS