Civitanovese, buone indicazioni dal big match

Mister Buratti della Civitanovese

PROMOZIONE – Il pari di Centobuchi fa ben sperare per il futuro

di Aldo Caporaletti

Pari della Civitanovese nel big match d’esordio della Promozione, in trasferta con l’Atletico
Centobuchi. Rossoblu con poche novità rispetto alle ultime uscite: esordio del portiere under De
Marzo (dalla Libertas San Marino) e nel finale di gara dell’ultimo tesserato, l’esterno d’attacco
argentino Cordoba, distintosi con buone giocate. Gesuè ha assunto la posizione di trequartista,
ridisegnando il modulo in 3-4-1-2, che necessita, però, di maggiore copertura a centrocampo.

Roman Chornopyshuck

Il confronto si è deciso a inizio ripresa: prima il bomber Bobo Rosa ha realizzato per i piceni e subito dopo l’esterno Russo ha pareggiato per la Civitanovese. Ora che Russo, a differenza di
Chornopyshchuk, segna con regolarità sarà difficile escluderlo a favore del rientrante Gragnoli.
L’atteso difensore Mariani non era neanche in panchina. Prima della rete di Rosa, tra i migliori con Tedeschi e l’ex rossoblu Fabi Cannella, rigore concesso e tolto all’Atletico per dubbio fuorigioco.

La partita agonisticamente è durata un’ora, dopo di che i piceni hanno “tirato i remi in barca”
accontentandosi della divisione della posta e così è risultato. Ora i rossoblu, che hanno imboccato la strada dei pareggi (1-1), negli ultimi incontri amichevoli e ufficiali, sono chiamati a tre successi di seguito in gare interne ed esterne: Corridonia, Cluentina, Centobuchi MP, prima del doppio confronto con concorrenti alla vittoria finale: Chiesanuova e Maceratese, nel tradizionale derby.

I biancorossi di Nocera con una gara più agevole, in trasferta con il giovane Portorecanati,
non sono andati oltre il pareggio (1-1) con rigore di Tittarelli, in rimonta e in superiorità numerica (espulso a inizio ripresa il terzino arancione Angelici). Dieci minuti dopo che l’ex Pantone, su penalty, aveva portato in vantaggio i locali. Nella ripresa è entrata, a far coppia con Tittarelli, la punta 42enne Mastronunzio, che ha “messo lo zampino” nel rigore e in altre azioni biancorosse.

Tra le squadre date per favorite al successo, nel confronto diretto di Porto S. Elpidio, del
Monturano sul Trodica (2-0). I fermani – in zona playoff nei precedenti tornei – con gli stessi
effettivi e il ritorno del fantasista Bracalente si candidano al vertice (la Civitanovese li testerà in
Coppa entro settembre). Hanno fatto stancare nel primo tempo uno spavaldo Trodica, presentatosi con l’aggressivo modulo 4-2-3-1, per poi castigarlo con un micidiale uno-due a inizio ripresa.

Infine il Chiesanuova che nella gara interna disputata domenica ha regolato il modesto
Monticelli (3-0). Gli uomini di Travaglini, in vantaggio nel primo tempo, hanno chiuso i conti nella ripresa con due reti a distanza ravvicinata. Non ha segnato ma ha detto la sua nel primo gol
(servizio al fratello) e nel secondo CM7, ossia Carlo Mongiello, il cui peso in avanti si sente. Non
era della gara l’attaccante argentino Rodriguez, destinato a sostituire Zaldua trasferito in Puglia.
La prima giornata segna il vantaggio in classifica di Monturano e Chiesanuova, chiamati nel
prossimo turno a due verifiche importanti. I fermani sul difficile terreno del Potenza Picena (battuto in trasferta dalla Palmense, indicata come possibile sorpresa di stagione); i treiesi ospiti del Castignano (matricola che ha cambiato molto, ma con un mercato intelligente). Ci aspetta un
torneo combattuto, che poco ha da invidiare all’Eccellenza, con tante emozioni per gli sportivi.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia