Civitanovese al lavoro per il derby, Miramontes: “Sarà una finale, qui per lasciare il segno”

PROMOZIONE – Il capitano rossoblu promette gol e vittoria contro la Maceratese: “E’ una partita che non possiamo sbagliare, il pubblico deve sostenerci in massa”

di Enrico Costantini

Dopo la bella prova di Capodarco contro la Futura 96, la Civitanovese agli ordini di mister Marco Pennacchietti ha ripreso a lavorare per preparare al meglio il derby di domenica con la Maceratese. I giocatori si sono allenati intensamente e già sono entrati in clima partita, anche perché oggi ad assistere agli allenamenti c’erano molti più  tifosi del solito, per spingere ancor più i propri beniamini verso il derbissimo del Polisportivo. Fervono i preparativi per regalare una coreografia degna di una partita di cartello. Abbiamo incontrato mister Pennacchietti e il capitano Miramontes. Il tecnico visibilmente soddisfatto dopo la prova di domenica scorsa a Capodarco ci ha dichiarato: “Questa appena iniziata è una settimana importante perché domenica non sarà una partita come le altre, ma la partita. Noi daremo il massimo per vincerla, ci darebbe la consapevolezza che possiamo ancora lottare per il campionato. Faremmo un notevole salto di qualità, ingrediente che finora è mancato. Mi auguro – continua il tecnico – che i tifosi ci diano una mano e vorrei vedere lo stadio pieno, perciò chiedo ai civitanovesi tutti di lasciare da parte le polemiche e i rancori per spingere i ragazzi lungo tutto l’arco dei novanta minuti, forse decisivi per le sorti del nostro campionato. Chiedo alla città di stringersi intorno a noi perché sarà il dodicesimo uomo in campo. Noi tutti daremo di più di quello che abbiamo sempre dato perché già domenica a fine gara ho visto i giocatori con la testa proiettata al derby. Abbiamo tutte le carte in regola per lottare fino alla fine.” Al tecnico si aggiunge il “professore”, il capitano Miramontes che senza giri di parole dichiara: “Per noi sarà una finale, perché in passato abbiamo buttato via tanti punti e occasioni per fare il salto di qualità, ora il calendario ci dà l’opportunità per rifarci e non possiamo gettarla via. L’unico risultato utile è la vittoria e sono sicuro che non ce la lasceremo sfuggire. Domenica – continua il fantasista argentino – voglio vedere la città allo stadio perché è finito il tempo delle chiacchiere e dei rancori. Il passato oramai è alle spalle. Quello che conta è il presente e tutti insiemi dobbiamo arrivare alla vittoria perché quando in estate ho scelto di vestire il rossoblu è stato per lasciare il segno e così sarà; parola di capitano”. Sicuramente sarà una partita da vivere intensamente, noi speriamo che sia una festa e una bella giornata di sport.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS