Civitanova, ristorante con lavoratori in nero: adottata la sospensione dell’attività posticipata

La sanzione scatta alle 12 se il titolare non provvederà a regolarizzare le maestranze

I carabinieri della Compagnia di Civitanova Marche e quelli del Nas di Ancona, i carabinieri forestali Comando Gruppo Macerata e il nucleo carabinieri Ispettorato del Lavoro di Macerata, unitamente agli ispettori dell’Itl di Macerata, nel corso dei “Controlli straordinari nel settore agricolo e agroalimentare/forestale ed ambiente – 2018”, a conclusione di una delle attività ispettive, hanno adottato il provvedimento di sospensione posticipata dell’attività imprenditoriale nei confronti di un ristorante.

Al locale, situato sul lungomare Piermanni, è stato contestato l’impiego di due lavoratori in nero sui sette presenti al momento del controllo per una percentuale del 28,57%. La sospensione scatta alle ore 12 odierne se il ristoratore non provvederà alla regolarizzazione delle maestranze e al pagamento di una prima sanzione di 500 euro. Complessivamente contestate sanzioni amministrative per ottomila euro circa. Sono in corso ulteriori accertamenti in corso.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS