Civitanova, boom nella produzione di mascherine: il titolare dorme in azienda per paura dei furti

Le richieste alla Gammadis sono passate da 120 a 160 milioni nel giro di un giorno

Non si placa la psicosi da coronavirus e la corsa all’accaparrarsi le introvabili mascherine è ormai all’ordine del giorno per l’azienda civitanovese Gammadis. Dopo aver ampliato il personale per soddisfare le richieste dei clienti (leggi il nostro articolo), ora Alberto Angelini, amministratore delegato, è costretto a dormire in azienda per paura di furti. Le richieste sono passate da 120 a 160 milioni nel giro di un giorno.

La Gammadis si occupa anche del rifornimento di disinfettanti e di prodotti sanitari. Le richieste arrivano oltre che dagli Enti pubblici e privati, anche dalle Legioni regionali dei carabinieri di Marche, Lazio ed Emilia Romagna.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia