Città in lacrime per Oreste “De Patà”

Colmurano perde un altro personaggio storico

Colmurano piange Oreste Gasparrini, proprietario di uno storico bar del piccolo borgo maceratese. Si è spento questa mattina all’età di 84 anni. Lo avevano visto in molti, al funerale del suo intimo amico Ilario Guglielmi, svoltosi esattamente un mese fa. Come sempre: schivo, silenzioso… ma sicuramente profondamente turbato.

 

E da quel momento, in quel silenzio, qualcosa in lui si era irreparabilmente rotto, come spesso accade nelle vere amicizie. Poi una crisi respiratoria, il ricovero in ospedale e il lento spegnersi della vita lontano dai cari.
Per tutti i colmuranesi era Oreste De Patà, un vero riferimento storico, e non era difficile incontrarlo nel suo bar, gestito dal figlio. “Per questo ci piace pensare che ora si trovi nel bar dei suoi sogni, seduto accanto al suo amico falegname, magari davanti a un tavolino costruito da quest’ultimo mentre, Adriano Saputi, altro conosciutissimo cittadino di Colmurano spentosi meno di un mese fa, versa nei loro tre bicchieri il vino da lui prodotto”. Così lo ricorda Mario Lambertucci, il Presidente della Società Operaia di Colmurano.
Tre imprenditori uniti dal grande dono che ci hanno lasciato rivelandoci il profondo valore della Tradizione. Non a caso le strade seguite da ciascuno di loro erano state le stesse che i loro padri avevano iniziato a tracciare credendo nel futuro”.

Oreste Gasparrini lascia il figlio Fabrizio, la nuora Cristiana i nipoti Francesca e Matteo, la sorella Brunella. I funerali si svolgeranno domani domenica 21 marzo alle ore 11.15 presso il Centro di Comunità in piazza Umberto I a Colmurano.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia