Cimitero nel degrado: grosso pino crolla e devasta tombe, sarà rimosso nel weekend

ANCONA – L’intervento dopo diversi mesi dall’accaduto. Provvedimenti anche per la discarica abusiva

Una ferita aperta che il Comune in questo fine settimana cercherà di sanare. Il riferimento non può che essere al cimitero ebraico delle Tavernelle dove nei mesi scorsi è crollato un grosso pino che ha devastato cinque tombe ma l’intera area cimiteriale è in stato di abbandono non solo nel luogo delle sepolture, anche nei pressi della sala del Commiato, chiusa da tempo in quanto non agibile dove persiste una discarica abusiva.

La Comunità Ebraica, i cui vertici non hanno voluto rilasciare nessuna dichiarazione a tal riguardo, erano comunque al corrente di questa situazione ed avevano già avuto modo di contattare il comune ma qualcosa non è andato per il verso giusto in quanto oltre ai sopralluoghi al cimitero ebraico non è stato fatto nulla. Chi invece si espresso circa lo stato di conservazione di questo luogo sacro è Manfredo Coen, ex presidente della Comunità Ebraica, tra i primi ad accorrere al cimitero delle Tavernelle per vedere da vicino quello che è accaduto: “Sono allibito per la situazione in cui versa il cimitero. Questo albero è crollato da diversi mesi e nulla è stato fatto, molte tombe di famiglia non sono raggiungibili a causa della vegetazione e allora mi domando a chi spetta la manutenzione ordinaria del verde? Anche se molti di questi defunti non hanno più parenti in vita ciò non deve giustificare questo abbandono. Come è possibile che nei pressi della Sala del Commiato, che peraltro non possiamo, usare ci sia una discarica abusiva?”.

Una cosa è certa, manutenzioni a parte ci sono dei lati oscuri che lo stesso Coen non esita a sottolineare: “Buona parte del cimitero ebraico si sviluppa in una sorta di falso piano. Ci può stare che alcune tombe si siano spostate ma come è possibile che alcune di queste siano quasi che scoperchiate? Non vorrei che dietro ci fossero altre cose. Dentro il cimitero sono stati compiuti degli atti vandalici. La Stella di David in marmo sopra la tomba di mio zio è stata rotta poi basta guardare le vetrate della Sala del Commiato per rendersi conto che sono finite nel mirino dei vandali. Al di là di qualsiasi credo religioso presumo che occorra più rispetto per i defunti”.

In mezzo a questa sorta di galleria degli orrori qualcosa si è mosso, come conferma l’Assessore Stefano Foresi: “Ho seguito personalmente la questione del cimitero ebraico e in questo fine settimana verrà rimossa la grossa pianta che è crollata in terra. Il nostro personale ha già effettuato in questi giorni dei sopralluoghi, oltre alla pianta crollata in terra si stanno valutando altri arbusti che hanno evidenziato dei problemi strutturali. Nella stessa area cimiteriale verranno messe a dimora altre 10 piante così come verrà eseguito lo sfalcio dell’erba con Anconambiente che andrà a rimuovere la discarica abusiva segnalata dalle parti della sala del commiato. Il sospetto è che in questo cimitero ebraico entrino dei mezzi esterni che poi scaricano lontano da sguardi indiscreti”.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS