Ciarapica: “La Civitanovese mi ha chiesto di adoperarmi per invertire il campo col Corridonia”

Fabrizio Ciarapica

L’intervento del Sindaco dopo il caos creato dal match in campo neutro

La Civitanovese mi aveva chiesto di adoperarmi affinché si invertisse la gara contro il Corridonia perché la società riteneva che ci potevano essere delle criticità se si fosse giocato in contemporanea con il Motor Day”. E’ il sindaco di Civitanova Fabrizio Ciarapica a ricostruire un po’ le ultime settimane attorno alla partita Civitanovese-Corridonia che poi è stata dirottata a Morrovalle. “Mi ero adoperato per avallare la richiesta della Civitanovese scrivendo anche io alla Federazione ma la risposta è stata negativa” dice Ciarapica.

L’ipotesi di inversione di campo non è andata a buon fine e così ecco la scelta del neutro di Morrovalle. Il Motor Day era noto da mesi che si svolgesse in quella data: sicuramente se la società si sarebbe adoperata prima comunicando alla lega la necessità di non giocare in quel giorno con ogni probabilità la richiesta sarebbe stata accettata.

Ieri il problema delle linee oscurate dalla pioggia e a causa dell’assenza del custode dell’impianto ecco il patatrac con il probabile 0-3 a tavolino per i rossoblu dopo che il direttore di gara ha atteso i 45 minuti canonici per poter far iniziare la sfida.

Non essendoci le condizioni per giocare ecco il triplice fischio finale. Adesso spetterà al Giudice Sportivo emettere la sentenza ma la sensazione è che si possa andare incontro a uno 0 a 3 a tavolino.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi