Ciao Alfredino, anima del Porto Sant’Elpidio Basket

I funerali domani (22 marzo)

Porto Sant’Elpidio piange la scomparsa di Alfredo Mozzorecchia, figura di spicco del basket elpidiense e non solo.

Commoventi le parole del Porto Sant’Elpidio Basket in ricordo di “Alfredino”: “Dopo la salvezza sul campo avremmo avuto voglia di iniziare a parlare di futuro ed invece in questo lunedì piangiamo la scomparsa di Alfredo Mozzorecchia, per tutti Alfredino. Chi era Alfredino? Era, è e sarà la storia di questa società, colui che insieme all’eterno Fattì e ad un gruppo di amici nel lontano 1953 diede vita al bianco e all’azzurro, li unì e con la matricola 000338 iniziò a scrivere la storia della pallacanestro a Porto Sant’Elpidio. Dalla sede di Piazza Garibaldi dove “le operazioni burocratiche si sbrigavano su un tavolo da tagliatore” fino al Campionato di Promozione del 2006, ultima esperienza di Alfredo da allenatore”.

“Amava la sua città ed amava la sua squadra, lo ha fatto fin da quando Porto Sant’Elpidio contava 6700 abitanti ed il basket si giocava su una spianata di cemento dell’Orfeo Serafini nell’immediato dopoguerra. D’estate o d’inverno non faceva differenza perché la passione non conosceva ostacoli. La prima squadra dell’allora “San Crispino” nacque nel 1955 ed Alfredino ne era il playmaker combattivo, uno che non ci stava a perdere. Fu subito il capitano ma ben presto diventò l’allenatore, non prima di aver assistito ad un clinic del santone americano Jim Mec Gregor che gli aprì la mente.

Nel 1957/1958 esordì in panchina, l’entusiasmo in città per la palla a spicchi era contagioso, sempre più ragazzi riempivano l’Orfeo Serafini che ben presto avrebbe lasciato spazio alla palestra della Scuola Nicola Pennesi. Erano gli anni dove nacque la rivalità con Montegranaro e della prima Serie B regionale, intanto Alfredino in panchina lanciava giovani di belle speranze, Porto Sant’Elpidio amava a dismisura questo sport ed il merito era tutto suo.

 

Arrivò il boom degli anni 70, la Palestra di Via Pesaro ed il solito calore del pubblico facevano da cornice alle formazioni di coach Mozzorecchia, a Porto Sant’Elpidio era dura per tutti. La San Crispino diventò così Porto Sant’Elpidio Basket ma l’anima restò la stessa: Alfredino vinse il campionato di Serie D 79/80 per poi dedicarsi all’insegnamento nel settore giovanile. Tornò alla guida della prima squadra nel 1990-91 e regalò una stagione spettacolare conclusasi col sesto posto finale, nello stesso anno vinse con la Juniores il torneo internazionale di Mosciano Sant’Angelo. Fu quella sua ultima esperienza in panchina in prima squadra, nella stagione 2004-2005 tornò con piacere ad allenare l’Elpidiense Basket nel campionato di Promozione e lo fece fino al 2006″.

Anche negli ultimi anni in veste di coach ascoltarlo dare consigli ed indicazioni ai suoi ragazzi era meraviglioso, indescrivibile con quanta passione viveva qualsiasi derby con Montegranaro; Alfredino sapeva trasmettere emozioni.
Ci lasci un’eredità enorme: l’amore verso Porto Sant’Elpidio e la nostra maglia, una storia iniziata ormai 70 anni fa e che se oggi abbiamo l’onore di poter continuare a scrivere è anche grazie a te e a quello che hai fatto per noi!
Ciao Alfredo, con noi per sempre!”

I funerali domani (22 marzo) alle ore 15.00 presso la Chiesa Santissima Annunziata a Porto Sant’Elpidio.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS