Chiuso il caso Moneti: consegnate le chiavi della casa venduta all’asta

Oggi (17 aprile) c’erano parenti e amici a sostegno della famiglia

Questa mattina, alle ore 11, è avvenuta la consegna delle chiavi dell’abitazione di Via Per Soria a Pesaro all’avvocato Alberto Pratelli, custode giudiziario per il Tribunale. Così si è conclusa una pagina dura e complessa per la famiglia dell’agricoltore disabile Alessandro Moneti (LEGGI QUI), che si sono momentaneamente trasferiti dalla zia Beatrice, in 65 metri quadri in zona Miralfiore.

Il bagno è stato adattato a tempo record grazie a un gruppo di volontari, i mobili sono stati appoggiati nel magazzino del Comune. “Finalmente giriamo pagina, vediamo questo giorno come una ripartenza“, ha detto papà Giuseppe Moneti. “La sensazione è di leggerezza da un problema che ci affliggeva”, ha aggiunto Alessandro. Oggi c’erano parenti e amici a sostegno della famiglia, sono sempre molto vicini il direttore di Coldiretti Calevi e la consigliera regionale Menghi. Dal 1° giugno si trasloca di nuovo nel quartiere Loreto, nella casa in affitto che ora è occupata e dove saranno effettuati da metà maggio i lavori per le necessità di Alessandro. Intanto, si è riaperta la causa civile: uno spiraglio sul fronte risarcimento per le vittime della strada. L’udienza sarà nel mese di maggio e sarà ascoltato il testimone dell’incidente avvenuto dieci anni fa che costrinse Alessandro alla sedia a rotelle.

Author:

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS